RAVENNA

La baciò per chiederle di tornare insieme: giovane a processo per violenza sessuale

Lui le disse «se non lo fai ti butto» vicino al canalino del Pala De Andrè

24/01/2018 - 15:34

La baciò per chiederle di tornare insieme: giovane a processo per violenza sessuale

RAVENNA. Dopo un paio di anni la loro relazione aveva imboccato la via dei tira e molla. E i due, entrambi poco più che ventenni all’epoca dei fatti contestati, nell’autunno del 2013, si stavano lasciando e riprendendo da un po’.

Una storia giovane e tormentata dove a turno sia lui che lei si sarebbero respinti e riavvicinati. Questioni private tra adolescenti come tante in un’età in cui emozioni e sentimenti sono amplificate, ma che in questo caso sono approdate in tribunale con un’accusa pesantissima, violenza sessuale.

Che tale sia un bacio rubato nel tentativo di convincerla a tornare insieme con tanto di presunta minaccia «se non mi baci ti butto» pronunciata mentre i due si trovavano sul ponticello del canalino del Pala De Andrè sarà il collegio penale a stabilirlo.

Approdato ieri davanti all’organo giudicante presieduto dal giudice Beatrice Bernabei (a latere Federica Lipovscek e Tommaso Paone) e al sostituto procuratore Lucrezia Ciriello, dopo l’apertura del procedimento l’udienza è stata aggiornata a maggio quando il processo entrerà nel vivo e saranno sentiti i primi testi.

Approccio troppo audace di lui o forzatura? Frase equivocata o desiderio di rivalsa di lei? Gli sviluppi in aula chiariranno se quella pronunciata dall’allora 23enne (assistito dall’avvocato Maria Grazia Russo) sia stata solo una battuta infelice o una reale minaccia, considerando anche il fatto che il tutto si sarebbe verificato di sera sì, ma all’aperto e in una zona densamente abitata e di passaggio.

Il codice penale delinea l’episodio del bacio indotto come violenza e il fatto che successivamente alla denuncia la ragazza si sia presentata alle forze dell’ordine per rimettere la querela non conta, visto che il legislatore non ha previsto la possibilità di remissione per quel genere di reati. Così il fascicolo ha seguito il suo corso e ora la vicenda è finita in tribunale.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c