RAVENNA

Ladri scatenati anche a Natale. Spaccate in due bar del centro

Sfondata con un sanpietrino la vetrina del caffè "Il Nazionale", sottratto il fondo cassa. Malviventi in azione anche alla "Tazza d'Oro"

27/12/2017 - 11:08

Ladri scatenati anche a Natale. Spaccate in due bar del centro

RAVENNA. Le spaccate non si fermano nemmeno a Natale. Anzi, nel corso della notte tra il 24 e il 25 dicembre al lavoro non c’era solo Santa Claus con la sua slitta carica di doni ma anche una delle tante batterie di malviventi dediti alle spaccate. E questa volta i banditi hanno agito nel cuore del salotto cittadino, ovvero piazza del Popolo, a due passi dalla Prefettura e dal Comune. Presi di mira due bar, dove in entrambi i casi i colpi sono andati a segno, e a quanto pare anche alcune casette, anche se per quanto riguarda i chioschi non risulterebbero danni ma solo tentativi di effrazione andati a vuoto, forse perché i ladri sono stati disturbati da qualche passante.

Le indagini

Ancora da accertare se ad agire sia stato un bandito solitario o piuttosto un gruppo, magari con la complicità di qualcuno a fare da palo e pronto a dare l’allarme nel caso fosse passato qualcuno o qualche pattuglia di ronda. Saranno le immagini riprese dalle telecamere posizionate nella zona, al vaglio dei carabinieri che si occupano delle indagini, a fare luce sulla vicenda. Gli inquirenti – che propendono per l’ipotesi di una banda – hanno infatti acquisito i filmati degli impianti che inquadrano l’area e le vie circostanti alla ricerca di dettagli che possano portare all’individuazione dei responsabili.

Il blitz

Nel mirino dei ladri è finito il bar pasticceria “Il Nazionale” dove i malviventi sono entrati mandando in frantumi la vetrata con un sanpietrino. Una volta creato il varco sono entrati all’interno del locale razziando il fondo cassa, circa 300 euro, prima di scappare facendo perdere le proprie tracce. La stessa mano verosimilmente avrebbe poi agito anche nel bar di fronte, “La Tazza d’Oro” dove, probabilmente con un palanchino o un cric, è stata sollevata la serranda elettrica per una quarantina di centimetri, quanto bastava per far passare una persona, che è entrata sfruttando la porta d’ingresso lasciata aperta. Anche in questo caso è stato fatto sparire il fondo cassa, oltre ad alcune bottiglie di liquori, scelte tra quelle più costose presenti dietro il bancone. Sul posto in entrambi i casi, per i rilievi e i primi accertamenti, sono intervenuti i militari del Radiomobile.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c