IMOLA

12/03/2019 - 13:47

di LUCA BALDUZZI

Baby centauri in pista a Imola con la Nannelli Riders Academy

L’attività della scuola di avviamento al motociclismo per bambini e ragazzi tra 6 e 12 anni fa tappa all'autodromo

Baby centauri in pista a Imola con la Nannelli Riders Academy

IMOLA. Farà tappa anche all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” l’attività della “Nannelli Riders Academy”, la scuola federale per l’avviamento al motociclismo minimoto rivolti a bambini e ai ragazzi fra i 6 e i 12 anni. Venti gli appuntamenti in programma da marzo a ottobre. Tre gli obiettivi: rendere accessibile a tutti l’apprendimento delle tecniche di guida attraverso una riduzione dei costi per le famiglie, fornire le basi e le conoscenze indispensabili a coloro che desiderano eventualmente provare a intraprendere l’attività agonistica nel mondo del motorsport, ma soprattutto preparare e istruire i giovani per renderli più consapevoli e sicuri quando in futuro potranno trovarsi a circolare con un ciclomotore nel traffico urbano.

«Questa iniziativa ha un valore sociale importantissimo», è convinto Gianluca Nannelli, ex-pilota dei Mondiali Superbike e Supersport, e fondatore della “Nannelli Riders Academy”. «L’attività che andiamo a svolgere permette di entrare in empatia con il mondo delle due ruote, fornendo ai giovani gli strumenti necessari per affrontare domani la circolazione urbana in sella a un mezzo a due ruote. Sono legato a Imola da bellissimi ricordi sportivi e sono felice di poter svolgere questa attività in uno dei più importanti autodromi del mondo».

«Siamo orgogliosi di essere qui con la Scuola Motociclismo Velocità», aggiunge Raffaele Prisco, coordinatore della direzione tecnica della Federazione motociclistica italiana. «Un’attività che grazie al contributo fondamentale del tecnico federale Gianluca Nannelli è cresciuta, con appuntamenti che andranno in scena, oltre che a Imola, a Misano e al Mugello». «Fornire gli elementi necessari per una guida quanto più sicura e consapevole dei rischi è una finalità assolutamente indispensabile per i nostri giovani in vista dell’utilizzo di un mezzo a due ruote su strada», conclude Uberto Selvatico Estense, presidente di “Formula Imola”. «Apprendere queste dinamiche attraverso istruttori qualificati è fondamentale e siamo ben felici di questa partnership con Gianluca Nannelli, un professionista e un amico del nostro autodromo, e con la Fmi, da sempre a fianco del nostro impianto».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c