IMOLA

10/02/2019 - 05:49

Imola, auto sfrecciano ai 150 km/h sulla Lughese, arrivano i velox

Due fissi sulla Sp 54 e sulla Montanara. Uno mobile sarà sulle auto dei vigili. “Occhio” anche al semaforo di via Cartesio

Imola, auto sfrecciano ai 150 km/h sulla Lughese, arrivano i velox

IMOLA. Punte di velocità «fino a 150 chilometri all’ora, dove il limite è di 70, e traffico da grande arteria». È l’impietosa fotografia della circolazione stradale lungo la via Lughese, nel tratto all’interno del comune di Imola, scattata da Area Blu. E, vista la situazione, l’amministrazione annuncia di «avere allo studio l’installazione di un autovelox fisso in via Lughese, in un tratto da valutare anche alla luce della presenza di un velox “mobile”, che può essere attivato solo con la presenza nelle vicinanze di agenti della Polizia municipale».

A tutto gas

I rilievi svolti da Area Blu, infatti, «mostrano che il 57% dei veicoli che transitano in direzione Lugo e il 54% dei veicoli che transitano in direzione Imola superano il limite dei 70 chilometri orari, e il 3% supera addirittura i 100 chilometri all’ora, fino a punte di 150». Una situazione, spiega l’assessore comunale alla Sicurezza, con delega alla Polizia municipale, Andrea Longhi, che impone di «prendere tutte le misure necessarie a garantire una circolazione stradale più sicura».

In quest’ottica, nei giorni scorsi il Comune, come anticipato dal Corriere, ha approvato una delibera contenente «una serie di indirizzi e direttive ad Area Blu, a cui compete la gestione del “Sistema unificato di governo della mobilità”», che si articola in «tre azioni: l’acquisizione di un autovelox mobile e l’installazione di due autovelox fissi e di un sistema di controllo automatico delle infrazioni, nelle intersezioni regolate da semafori».

Autovelox mobile

«Quello che viene definito nelle linee di indirizzo “velox mobile” è in realtà un dispositivo mobile che nelle nostre intenzioni deve essere in grado di rilevare se un’auto è assicurata, è revisionata, se chi guida è al telefonino e se ha la cintura allacciata, oltre che misurare la velocità” spiega l’assessore Longhi, che ricorda il crescente numero di violazioni al codice della strada accertate dalla polizia municipale per mancata revisione e rinnovo dell’assicurazione, oltre che per l’uso irregolare del telefono alla guida. Dovrà essere in grado di effettuare i rilevamenti sia in modalità dinamica (con pattuglia in movimento) che in modalità statica (pattuglia in sosta) e dovrà poter operare in qualsiasi condizione di luce.

“Rosso ti vede”

L’occhio elettronico arriverà anche all’incrocio tra le vie Resistenza e Cartesio preso atto «che il controllo permanente delle infrazioni semaforiche - spiegano dal Comune - ha portato ad una effettiva diminuzione della incidentalità stradale nelle intersezioni oggetto di rilevamento elettronico».

Autovelox fissi

Ne saranno acquistati due e saranno posizionati uno lungo la Lughese e l’altro sulla Montanara, nel tratto all’interno del territorio comunale. Per quanto riguarda la Montanara, va ricordato che il limite precedente era di 90 km orari, poi abbassato a 70 km orari, vista l’alta incidentalità, che tuttavia nonostante l’abbassamento del limite di velocità rimane superiore rispetto al resto delle arterie stradali, in controtendenza con il resto del territorio.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c