IMOLA

17/01/2019 - 06:20

di LUCA BALDUZZI

Imola, in Comune parte la caccia ai dirigenti

L’amministrazione Sangiorgi cerca un sostituto a tempo pieno di Bruno Marino, altre tre poltrone vacanti

Imola, in Comune parte la caccia ai dirigenti

IMOLA. L’amministrazione Sangiorgi comincia la ricerca dei dirigenti comunali per riempire i posti tuttora vacanti o “precari”.

Si inizia dal dirigente dell’area “Gestione e sviluppo del territorio”, che prenderà a tempo pieno il posto di Bruno Marino, già dirigente dei comuni di Castelfranco Emilia e Nonantola, in provincia di Modena, e per questa ragione impegnato a Imola esclusivamente due giorni alla settimana.

Requisiti e durata

Si cerca un candidato in possesso di un diploma di laurea (vecchio ordinamento) o di una laurea magistrale (nuovo ordinamento) in ingegneria o architettura, o di una laurea equipollente (diploma di secondo livello-quinquennale). Requisito non meno significativo, un’esperienza di lavoro subordinato maturata per almeno cinque anni in posizioni dirigenziali o in enti pubblici/privati equiparabili.

La domanda di ammissione dovrà essere inviata al Servizio personale del Nuovo circondario imolese entro le 10 del 1° febbraio, e i colloqui sono già stati programmati presso la Sala Giunta del Comune di Imola il 5 febbraio, alle 9.30.

«Il contratto di lavoro non potrà aver durata superiore al mandato del sindaco, la cui scadenza ordinaria è prevista nel primo semestre 2023», si legge nell’avviso pubblico. «Qualora il sindaco nominato ad inizio del mandato amministrativo cessi prima della conclusione dello stesso, l’incarico a termine che ha conferito prosegue fino alla conclusione inizialmente prevista e per il periodo massimo del quinquennio, salvo che la (nuova, ndr) Giunta non decida modifiche organizzative riguardanti la posizione dirigenziale».

I posti vacanti

Il primo posto vacante è quello di Anna Giordano, ex dirigente dell’area Cultura e scuola, che per un nuovo incarico si è trasferita nel capoluogo già nel marzo dello scorso anno. All’area fanno capo il Servizio biblioteche, archivi e musei, il Servizio cultura, spettacolo e politiche giovanili, il Servizio infanzia e il Servizio per il diritto allo studio.

È cessata dal servizio il 1° luglio scorso Bruna Gualandi, dirigente dei Servizi finanziari associati del Nuovo circondario imolese, che comprende il Controllo di gestione, il Servizio economato e la Ragioneria. In questo caso particolare sarà via Boccaccio a dover individuare il suo successore. Infine, con l’inizio del nuovo si è trasferito a Ferrara Walter Laghi, vice segretario comunale e dirigente dell’area “Servizi al cittadino”, che era stato trasferito in pianta stabile dal Circondario a ottobre.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c