IMOLA

Il commissario Cogode: «Il territorio è pronto per affrontare l'argomento sicurezza in sinergia»

In merito a furti e spaccate: «Tutti i casi sono stati analizzati con attenzione»

di LUCA BALDUZZI

31/01/2018 - 11:37

Il commissario Cogode: «Il territorio è pronto per affrontare l'argomento sicurezza in sinergia»

Il commissario Cogode con Stefano Mirri

IMOLA. «Tutte le problematiche che interessano la sicurezza verranno prese in esame nei particolari». Adriana Cogode, commissario prefettizio del Comune di Imola, rassicura la cittadinanza, a seguito dell’escalation degli episodi di criminalità a cui gli imolesi hanno assistito in questi ultimi giorni. «Tutti i casi sono stati valutati con grande attenzione dalle Forze dell’ordine».

Inoltre, «il Comitato circondariale per l’ordine e la sicurezza pubblica (a cui la dottoressa Cogode ha già partecipato in due occasioni, nella veste di viceprefetto vicario della Prefettura del capoluogo e presiedendo direttamente una riunione, ndr) ha già fatto un lavoro eccellente, mettendo a punto un sistema per la videosorveglianza del territorio con la collaborazione di tutti i comuni coinvolti», aggiunge. «Questo territorio è pronto per affrontare questo argomento in sinergia».

Organico del Commissariato

E sul versante delle carenze di organico del Commissariato di Polizia cittadino, un altro tema finito sotto i riflettori, in particolare quelli dei gruppi di opposizione, «il Questore sta già valutando la situazione, ci si è già confrontati», continua Cogode, «ed è verosimile immaginare un futuro potenziamento», anche se qualsiasi decisione al riguardo resterà una competenza esclusiva del ministero degli Interni.

Incarico impegnativo

Insomma, «per il momento sono preoccupata solamente di una cosa: essere all’altezza dell’incarico che mi è stato assegnato», si lascia andare a una confessione di carattere “privato” il commissario prefettizio. «Si tratta di un compito impegnativo e vorrei essere in grado di rispondere a tutte le esigenze».

La circostanza che l’ha portata a Imola «è una situazione transitoria, che però deve essere gestita come se non lo fosse, senza trascurare niente che riguardi la corretta continuazione dei servizi che il Comune gestisce», prosegue Adriana Cogode. «Sono in una fase di apprendimento e di conoscenza, e sto cercando di capire quali siano le priorità».

Impatto positivo

Comunque, «il primo impatto è stato decisamente positivo», non nasconde il commissario prefettizio. «Ho trovato una struttura efficiente. E professionalità pronte, capaci di dare il giusto supporto, e collaborative».

Subcommissario

Ad affiancare Cogode nell’amministrazione della città (che dopo la firma del decreto di scioglimento del Comune da parte del presidente della Repubblica diventerà straordinaria, ndr) sarà anche un subcommissario, già individuato nel dirigente del servizio “Contabilità e gestione finanziaria” di palazzo “Caprara” Domenico Miceli.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c