RIMINI

11/05/2018 - 13:09

Centri estivi, rette dimezzate

Contributi da Comune e Regione, ecco come beneficiarne

Centri estivi: rette in calo

RIMINI. Centri estivi: scendono le tariffe dei centri estivi grazie a più di 450 mila euro di contributi. Per la prima volta previsti voucher anche per la fascia fino ai 3 anni. L'estate si avvicina e con essa la ricerca del centro estivo più adatto alle esigenze delle famiglie, soprattutto quelle con entrambi i genitori che lavorano. Grazie ai voucher previsti dai due bandi pubblicati oggi, e ai contributi comunali e regionali sarà possibile iscrivere i propri figli ai centri estivi usufruendo di una riduzione che, in media, potrebbe oscillare a seconda dei singoli casi, tra il 40% e il 50% sul valore dell'intera retta mensile rispetto al passato.

Benefici per i piccoli

La novità principale è l'inserimento tra i destinatari dei contributi dei bimbi fino ai 3 anni, grazie ad un contributo specifico completamente finanziato dal Comune di Rimini con 150 mila euro. Per i bimbi dai 3 ai 13 anni sarà possibile richiedere il contributo per la conciliazione dei tempi di vita e lavoro finanziato dal Fondo Sociale Europeo per 310 mila euro sul territorio del distretto Rimini nord.

Quella dei Centri estivi rappresenta dunque un'esigenza che il Comune di Rimini sosterrà tramite un importante programma di sostegno economico alle famiglie che iscriveranno i loro piccoli nei mesi di luglio ed agosto 2018, nei servizi educativi per la prima infanzia - fascia 0-3 anni -  operanti nel territorio comunale di Rimini, gestiti da soggetti autorizzati.

I bandi e il link

Si tratta di due differenti bandi per un totale di più di 450 mila euro, entrambi scaricabili al seguente link: 
http://www.comune.rimini.it/ comune-e-citta/comune/scuola- servizi-educativi/progetti- eventi-e-formazione/centri- estivi-2018-bandi-contributi- frequenza

Bando per minori fino a 3 anni

Un bando realizzato in maniera esclusiva e totale dal Comune di Rimini, per la prima volta, con risorse esclusivamente interne. Destinatari dei voucher previsti dal bando sono le famiglie con minori fino a 3 anni che frequenteranno, nei mesi di luglio ed agosto 2018 i centri estivi operanti nel territorio comunale di Rimini, gestiti da soggetti autorizzati. 
Le risorse a disposizione (150 mila euro) saranno assegnate in relazione alle fasce di reddito isee, sostenendo in maniera prioritaria quelle più in difficoltà. I voucher (contributo per la riduzione del costo di frequenza) sono previsti per le famiglie in cui entrambi i genitori (o uno solo, in caso di famiglie monogenitoriali) siano occupati, ovvero lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati, comprese le famiglie nelle quali anche un solo genitore sia in cassa integrazione, mobilità oppure disoccupato che partecipi alle misure di politica attiva del lavoro definite dal Patto di servizio. 

Bando per minori dai 3 ai 13 anni

In questo caso si tratta di un contributo a livello di distretto di Rimini nord e per il quale è necessario fare domanda nel comune di residenza dall'11 al 28 maggio.  Per informazioni: Diritto allo Studio in Via Ducale 7 - tel. 0541/704752 – 0541/704756.

"Impegno importante"

“La novità dell'estate 2018 – sottolinea Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini – è la scelta del Comune di Rimini di intervenire con risorse esclusive per la fascia di età fino ai 3 anni. Un impegno importante per dare attuazione concreta ad un principio per noi indiscutibile: il diritto di conciliare i tempi di vita e di lavoro, andando incontro ai nuovi bisogni legati al mutato mondo del lavoro e delle reti famigliari.La novità è di grande importanza perchè incide in maniera sensibile sulla riduzione del costo finale della retta, andando incontro alle esigenze delle nuove famiglie. L' attenzione verso le giovani coppie è necessaria anche perchè spesso la rete familiare è 'corta' in quanto uno o entrambi i genitori provengono da altre regioni o da altri paesi. Un contributo valido senza differenza alcuna su tutto il territorio comunale con un occhio di riguardo, doveroso, per quelle famiglie più in difficoltà dal punto di vista economico. Una risposta concreta all'interno di un progetto di sostegno diffuso alle nuove famiglie riminesi, alle esigenze educativi dei piccoli e a quelle lavorative dei genitori”.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c