GALEATA

07/01/2019 - 11:35

Travolto da un’auto pirata a Galeata: dalla Municipale l’invito a costituirsi

La persona alla guida del mezzo rischia la denuncia per fuga e omissione di soccorso

Travolto da un’auto pirata a Galeata: dalla Municipale l’invito a costituirsi

GALEATA. «Il responsabile dell’investimento di un uomo sabato sera sulla Bidentina si presenti spontaneamente e spieghi l’accaduto».

L’appello

L’invito a non peggiorare una posizione che già in questo momento appare difficile è rivolto dalla Polizia locale dell’Unione alla persona che si trovava al volante del mezzo che ha travolto poco dopo le 20.15 alle porte di Galeata un 50enne residente nel Meldolese. Sul piatto, infatti, c’è l’ipotesi dei reati di omissione di soccorso e di fuga, contemplati dall’articolo 189 del Codice della strada che impone l’obbligo di fermarsi dopo un incidente e quello di prestare assistenza alla persona ferita. Pesanti anche le conseguenze per il responsabile: reclusione da 3 mesi a 3 anni con ritiro della patente da 1 a 3 anni per chi non si ferma in caso di incidente con danno alle persone; reclusione da 6 mesi a 3 anni e la sospensione della patente da 1 anno e 6 mesi a 5 anni per chi non rispetta l’obbligo di assistere una persona ferita. Previsto, invece, ed è questo uno dei motivi dell’appello lanciato dalla Municipale, uno sconto della pena se il conducente si mette a disposizione dell’autorità giudiziaria entro le 24 ore successive al fatto.

La dinamica

L’allarme è arrivato alle 20.30 da un ragazzo sopraggiunto sul posto che ha trovato la persona ferita sull’asfalto, a poche centinaia di metri all’uscita del paese in direzione di Forlì. Sul luogo l’ambulanza del 118 che ha caricato il malcapitato portandolo al campo sportivo di Galeata dove era atterrato l’elicottero col medico a bordo. Il velivolo lo ha poi trasportato al “Bufalini” dove il ferito è giunto col codice di massima gravità che nelle ore successive si è ridimensionato.

Le indagini

Gli agenti della Municipale sono tornati sul luogo del sinistro ieri mattina per ultimare i rilievi e acquisire altri elementi utili alle indagini. Per risalire all’identità del guidatore si sfrutteranno anche le immagini delle telecamere - pubbliche e private - che si trovano lungo il percorso compiuto dall’investitore.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c