FORLI'

01/12/2018 - 05:37

Diverbio stradale, donne inseguite a Forlì

Autotrasportatore denunciato per violenza privata: all’origine della discussione un sorpasso

Diverbio stradale, donne inseguite a Forlì

FORLÌ. Dopo una lite per questioni stradali ha inseguito l’auto con a bordo due donne, obbligandole a fermarsi e a finire fuori carreggiata, poi ha iniziato a inveire e picchiare contro la loro vettura. Solo l’intervento di altri automobilisti ha bloccato la furia di un autotrasportatore 46enne, residente a Castrocaro, ora denunciato per violenza privata.

La ricostruzione

Secondo quanto ricostruito dall’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Forlì, diretto dal commissario Stefano Sant’Andrea, il diverbio stradale è avvenuto in via Due Ponti, da Roncadello in direzione Forlì. L’uomo avrebbe costretto alla fermata un’autovettura, sbarrandole la strada fino anche a fare uscire il veicolo dalla carreggiata, per poi scendere e minacciare le persone al bordo, a seguito di un diverbio stradale. Le vittime di questo comportamento, madre e figlia residenti a Roncadello, hanno raccontato che mentre percorrevano la via Due Ponti, trovandosi davanti il mezzo pesante in rallentamento e ipotizzando che stesse svoltando a destra in una area privata, avevano iniziato la manovra di sorpasso, ma improvvisamente, a causa dell’accelerazione dell’autista, si erano trovate in difficoltà nel completare il sorpasso trovandosi innanzi un veicolo che procedeva dalla direzione opposta, sfiorando quindi in sinistro frontale.

Inseguimento

Una volta terminata la manovra di sorpasso, si erano poi trovate inseguite dall’autoarticolato, che le tampinava azionando i lampeggianti e suonando ripetutamente il clacson, fino a dover raggiungere la velocità di 110/120 chilometri orari, senza però riuscire ad allontanarlo. Ad un certo punto, dovendo rallentare a causa della circolazione stradale, il camion sarebbe riuscito a sorpassarle, per poi bloccare la circolazione ponendosi trasversalmente lungo l’asse della carreggiata e costringendo la donna a fermarsi fino a quasi uscire dalla sede stradale; l’autotrasportatore, con fare minaccioso, sarebbe poi sceso dalla cabina di guida e, raggiunta l’auto, inveito pesantemente nei confronti delle donne, fino anche cercare di colpirle entrando a mezzo busto dentro l’abitacolo per poi continuare con minacce verbali, offese, ed anche calci alla carrozzeria, per poi allontanarsi solo quando ad un certo punto sono intervenute altre persone che stavano transitando in auto e che visto quanto stava accadendo sono accorse in aiuto delle donne. A seguito di questa denuncia, la Polizia di Stato, al termine degli accertamenti, ha denunciato il conducente per violenza privata.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c