MODIGLIANA

23/11/2018 - 06:35

Falsa asta immobiliare, 54enne di Modigliana truffato per 13mila euro

Raggirato da due donne che sono state denunciate. Gestivano un sito internet riguardante vendite nel settore

Falsa asta immobiliare, 54enne di Modigliana truffato per 13mila euro

MODIGLIANA. Erano riuscite a farsi consegnare 13mila per partecipare all’asta a Bologna di un immobile, ma in realtà si trattava di una truffa. A scoprirle sono stati i Carabinieri di Modigliana che hanno denunciato per truffa aggravata continuata in concorso una 30enne fiorentina e una 54enne milanese che hanno cercato di raggirare un 54enne proprio di Modigliana.

Il raggiro

Le due donne, titolari di un sito internet per vendite immobiliari, sono riuscite a convincere l’uomo che poteva fare un affare partecipando a un’asta immobiliare del tribunale di Bologna. Per partecipare servivano però 13mila euro per bloccare l’immobile. Una marcatura stretta quelle delle due donne che mettendo in piedi una serie di artifici e raggiri sono riuscite a conquistare la fiducia dell’uomo che ha provveduto a versare 13mila euro su un conto corrente, attraverso un bonifico. Quell’asta però era falsa e quando il malcapitato lo ha capito ha fatto denuncia ai Carabinieri. Le due truffatrici sono state scoperte ed identificate grazie anche alla collaborazione del sistema bancario Abi che ha consentito di ricostruire il percorso e l’incasso del denaro confluito su di un conto corrente bancario utilizzato dalle due donne risultate essere persone già note alle forze di polizia, debitamente sequestrato.

I controlli

La rapida indagine dei Carabinieri di Modigliana rientra nell’attività di sorveglianza e controllo in tutta la città di Forlì, nelle immediate periferie e nel comprensorio ad opera dei Carabinieri della Compagnia di Forlì, denominata “Terra sicura”. Nell’arco del servizio sono stati controllati complessivamente 73 veicoli, 80 persone ed elevate 10 contravvenzioni al Codice della strada per violazioni varie quali: omessa copertura assicurativa, omesso uso delle cinture di sicurezza, uso continuo e smodato del telefonino durante la guida, dimenticanza dei documenti di guida. Sono state altresì eseguite 7 perquisizioni domiciliari a soggetti di interesse operativo e controllate 12 persone sottoposte agli arresti e alla detenzione domiciliare.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c