FORLI'

23/11/2018 - 07:42

di GAVINO CAU

Forlì, ruba energia elettrica per un anno. Nel suo garage anche divani rubati

Il 26enne arrestato si era attaccato con dei cavi a due cabine Enel vicino a casa. Recuperati salotti per 30mila euro

Forlì, ruba energia elettrica per un anno. Nel suo garage anche divani rubati

FORLI'. Da un anno rubava energia elettrica avendo allacciato cavi elettrici alle cabine Enel nei pressi della sua abitazione. È stato scoperto dai carabinieri che durante la perquisizione domiciliare hanno anche trovato, in garage, divani e salotti rubati nelle notti scorsi da un’azienda. Un marocchino 26enne, celibe, nullafacente, pregiudicato, è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica ed evasione dell’imposta erariale, oltre ad essere denunciato, in questo caso insieme a due connazionali di 24 e 27 anni per ricettazione continuata aggravata. Sono stati i militari della stazione del Ronco, a scoprire lo stratagemma per non pagare la bolletta elettrica.

La tecnica

Quando sono andati a casa sua hanno subitonotato i cavi elettrici che mediante l’uso di prolunghe portavanoa due distinte cabine Enel limitrofe all’abitazione. Secondo quanto accertato il furto di energia elettrica da parte del 26enne andava avanti da un anno circa.

La sorpresa

Ma le sorprese non si erano esaurite qui, perché durante la perquisizione nella casa e precisamente nel garage, i militari hanno trovato alcuni salotti e divani, per un valore di circa 30muila euro, che erano stati rubati la notte precedente da un’azienda, e il cui furto era stato denunciato mercoledì mattina. Nell’occasione erano presenti anche i due connazionali, a loro volta indagati a piede libero così come il marocchino 26enne. La refurtiva è stata subito riconsegnata agli aventi diritto. Il sostituto procuratore Sara Posa ha disposto per il 26enne gli arresti domiciliari, in attesa del rito per direttissima che si è celebrato ieri mattina. Lo straniero ha deciso di patteggiare una pena di 4 mesi di reclusione e il pagamento di 200 euro di multa con pena sospesa. L’uomo è stato quindi rimesso in libertà. Rimane ora da valutare il danno per il lungo periodo di tempo durante il quale lo straniero è rimasto collegato in modo illecito con le cabine Enele che si trovavno a poca distanza dalla sua abitazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c