SOTTO ZERO

25/02/2018 - 13:31

di MATTEO MISEROCCHI

Dopo la pioggia è atteso il gelo, nuove frane in collina

Le previsioni dell'Arpae danno temperature rigide e altre nevicate, nelle aree montane continuano gli smottamenti

Dopo la pioggia è atteso il gelo,  nuove frane in collina

La pioggia torrenziale si è fermata ma il territorio continua a franare in diversi punti, mentre le previsioni annunciano il gelo.

I fiumi

Sabato “tranquillo” quello di ieri, grazie alla fine delle precipitazioni, anche se non sono mancate frane e smottamenti. Dal Servizio tecnico di bacino confermano che la situazione dei fiumi nel Forlivese non desta particolare preoccupazione, ma segnalano due smottamenti che hanno interessato corsi d’acqua a Rocca San Casciano e nel Predappiese, a Tontola. In alcuni territori, come quello di Meldola e di Civitella la terra continua a muoversi, mentre è tornata alla normalità la situazione a Modigliana, dove si erano staccate quantità ingenti di roccia, cadute poi sul fiume Tramazzo, vicino al quartiere di Mercatale. Si resta in attesa per le prossime giornate, soprattutto per il freddo.

Le previsioni

Le previsione meteo di Arpae a Forlì danno nevicate moderate sia oggi che lunedì, con una differenza: le temperature. Oggi dovrebbero attestarsi sui -6° in montagna e -1° in pianura; domani sui -11° e -4°.

Val Bidente

Il sindaco di Meldola Gian Luca Zattini è stato costretto, venerdì, a chiudere la strada comunale che porta a Teodorano, poiché un tratto è franato, mentre ieri ci sono stati problemi anche lungo la carreggiata che porta a Castelnuovo. Ricordiamo, che sempre due giorni fa, si è aperta una piccola voragine anche sul collegamento verso Fratta Terme, passando dal ponte della Barca, che ha costretto a realizzare una carreggiata a doppio senso alternato. Anche a Civitella la terra ha continuato a muoversi in diverse località, come ha segnalato il vice sindaco Paolo Baldoni. Fra Voltre e Seguno si è rimesso in moto il fronte franoso di giovedì e se ne è creato uno nuovo; così come sulla San Giovanni in Squarzarolo, dove ha cominciato a muoversi una seconda frana dopo quella di due giorni fa.

Val Montone

Una nuova frana ieri anche a Rocca San Casciano ai margini del parcheggio di via Sant’Antonio. Si sono rovesciati molti metri cubi di terreno e alberi nel canale sottostante. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, i tecnici del comune e la Polstrada per la viabilità. La frana si è verificata intorno alle 11.25 ed è stata vista in diretta da alcune persone che hanno udito anche un gran frastuono. A Dovadola l’attenzione è massima, come ha spiegato il sindaco Francesco Tassinari: «La rupe che domina la zona di via XXV aprile ci preoccupa. Si sentono dei rumori e sappiamo che ha già dato problemi in passato».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c