FORLI'

15/02/2018 - 11:09

di GAVINO CAU

Violenze sessuali di gruppo. Marito e moglie in carcere

Gli episodi erano stati denunciati da due ragazze adescate con annunci di lavoro. Sette anni da scontare per l'uomo e tre per la donna

Violenze sessuali di gruppo. Marito e moglie in carcere

FORLÌ. Marito e moglie in carcere per violenza sessuale. Ora che la sentenza di condanna nei loro confronti è diventata definitiva per un 58enne forlivese e una 38enne ucraina si sono aperte le porte del carcere. Devono scontare 7 anni, 4 mesi l’uomo e 3 anni e 7 mesi la donna, come deciso dal Tribunale di Forlì. La Cassazione aveva dichiarata chiusa la loro vicenda processuale la settimana scorsa, tanto che si erano presentati in Questura per essere accompagnati in carcere, ma il decreto esecutivo non era stato ancora inviato dalla Corte d’Appello di Bologna, così la coppia ha dovuto tenere la borsa fatta per un paio di giorni, prima che il documento fosse spedito ai Carabinieri del Ronco che hanno provveduto poi ad andarli a prendere.

I fatti

Marito e moglie erano finiti nei guai nel 2010 quando la Squadra Mobile raccolse la denuncia di una ragazza forlivese, oggi 34enne, che descriveva la violenza sessuale subita dalla coppia. Il nome dell’uomo era già finito nei fascicoli della Polizia per una denuncia presenta un paio d’anni prima da una ragazza rumena adescata con la stessa scusa e che era riuscita a fuggire in extremis. Atti commessi nell’abitazione della coppia che, all’epoca, aveva un’attività imprenditoriale che aveva permesso loro, periodicamente, di presentare vari annunci di lavoro con i quali avevano adescato le ragazze. La seconda denuncia, meditata dalla ragazza forlivese durante la sua permanenza in una comunità, aveva consentito alla Squadra Mobile di avere anche riscontri decisivi. Marito e moglie oltre ad offrire un lavoro chiedevano la disponibilità a fare da baby sitter alle figlie e durante gli incontri a casa scattavano le violenze sessuali. L’arrivo del provvedimento della Corte d’Appello ha fatto scattare l’arresto.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c