DOVADOLA

Piazza Battisti: ogni sabato il mercato biologico

Il Comune ha varato un rigido disciplinare per accogliere in paese solo espositori di qualità

02/12/2017 - 13:03

Piazza Battisti: ogni sabato il mercato biologico

DOVADOLA. Parte “Dovadola in bio” e il paese della vallata del Montone si mette in mostra ogni sabato mattina. L'Amministrazione del sindaco Francesco Tassinari fa esordire oggi, dalle 8 alle 13 in piazza Cesare Battisti, questa nuova iniziativa, dedicata ai patiti dei prodotti locali di qualità.

Offerta molto varia

Sarà l'occasione per acquistare: formaggi, vino, frutta-verdura, confetture, marmellate e salumi prodotti seguendo rigidi regolamenti biologici. Dovadola si metterà in vetrina, aprendo i suoi musei e affiancando a questa iniziativa anche un mercatino di oggettistica, per cercare di diventare meta di un piccolo turismo di nicchia. «Inaugura oggi il mercatino biologico – spiega l'assessore comunale Massimo Falciani – con prodotti assolutamente certificati bio (formaggi, pane, insaccati, marmellate), esposizione di oggettistica varia, e possibilità di visitare (dalle 10 alle 12) il museo della Fondazione Benedetta Bianchi Porro che contiene, oltre alle testimonianze della “venerabile” visitate da fedeli provenienti da tutta Italia e pure dall’estero, anche alcune opere del pittore e scultore Francesco Messina».

Porte aperte

Sarà l'occasione per dare visibilità al paese di Dovadola e ad aziende che non sono solo della vallata del Montone. «Inizialmente – conferma l'assessore – si pensava di portare i prodotti della nostra vallata, ma il bando che abbiamo predisposto prevede rigidi parametri per la certificazione biologica. Così alla fine abbiamo dato spazio ad aziende di zone vicine, che comunque hanno sede sul territorio forlivese».

Sono coinvolte nel progetto: caseificio “Il sasso” e azienda “Valmori” di Predappio; “La capannina” di Tredozio; “Benericetti” di Terra del Sole; “Franco Ferrario” di Rocca San Casciano e le dovadolesi panificio “Cappelletti” e “Piccolomini”. L'iniziativa si concluderà a primavera e dovrebbe dare una buona visibilità a Dovadola.

Particolare soddisfazione è espressa anche dal sindaco Francesco Tassinari. «Abbiamo elaborato un disciplinare molto dettagliato e severo – ricorda il primo cittadino – proprio per portare in paese aziende che fanno delle qualità dei loro prodotti il loro primo obiettivo. Crediamo quindi di aver raggiunto il nostro scopo e di poter proporre una iniziativa molto interessante e utile per i nostri concittadini».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c