LA MOSTRA

13/02/2017 - 12:44

Già tremila visitatori per l'Art Déco in Romagna

I primi due giorni al Museo San Domenico hanno attirato molti appassionati degli Anni Venti

Già tremila visitatori per l'Art Déco in Romagna

FORLI'. Già all’inaugurazione di venerdì gli ospiti che hanno raccolto l’invito hanno dimostrato che l’attenzione per la mostra “Art Déco. Gli anni ruggenti in Italia” era alta, un migliaio di persone ha partecipato infatti alla vernice. Poi un altro migliaio di biglietti è stato staccato il primo giorno e quasi altrettanti ieri, così conferma il direttore della mostra Gianfranco Brunelli. Quindi complessivamente sono circa tremila le persone che hanno già visto la mostra, ed è solo l’inizio.

Oggi intanto a Faenza si mostra in anteprima alla stampa la selezione di ceramiche sempre Déco del Mic, selezionate dalla direttrice Claudia Casali. Una mostra che aprirà al pubblico il prossimo 18 febbraio e che resterà visitabile fino a ottobre. Ceramiche italiane e internazionali a partire proprio da quella faentina che ebbe un ruolo primario nella definizione del gusto Déco grazie a figure di spicco come Domenico Rambelli, Francesco Nonni, Pietro Melandri, Anselmo Bucci, Riccardo Gatti, Giovanni Guerrini, Ercole Drei. Stessi temi anche per la mostra correlata allestita a Castrocaro nella storica, e quanto mai in tema, struttura, delle Terme.

Costruito negli anni Trenta su progetto di Diego Corsani con la consulenza artistica di Tito Chini (di cui a Forlì si vedono molte opere in esposizione), il Grand Hotel che ospita la mostra “Magiche atmosfere Déco” . La mostra curata da Paola Babini verrà allestita nel Padiglione delle feste e presenterà una serie di pezzi piuttosto eterogenea, con dipinti oggetti in ceramica, vetro, illustrazioni manifesti, decorazioni. Particolare evidenza sarà data agli artisti locali, pertanto non mancheranno anche diverse xilografie dell’epoca realizzate da Nonni, Angoletta, Beltramelli, Pastonchi. Per calarsi nell’atmosfera, inoltre aperti agli ospiti esterni all’hotel il ristorante Via Roma, 2, il Bar Chini, splendido esempio di Art Dèco con maioliche di pregio e velari di Murano, e la Cantinetta Quattro Stelle.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c