UNIONE DEI COMUNI

17/12/2016 - 07:40

Aumentano i "nonni vigili" in servizio

Arrivati a 13 su Forlì, si aggiungono anche a Dovadola e Rocca San Casciano

Aumentano i "nonni vigili" in servizio

FORLÌ. Aumentano i “nonni vigili” sia su Forlì che nel circondario. Ieri al Comando centrale del Corpo di Polizia municipale dell’Unione, c’è stata la consegna del materiale necessario allo svolgimento dell’attività ai volontari che ad oggi sono 13 per il capoluogo, quindi uno in più rispetto all’anno passato, e cinque in altrettanti comuni dell’Unione, di cui due appena arrivati.

Da ottobre scorso, con l’avvio del nuovo anno scolastico, sono stati attivati altri due servizi di attraversamento nei pressi dei plessi scolastici dei comuni di Dovadola e di Rocca San Casciano per i quali si è reso appunto necessario consegnare per la prima volta giubbotti ad alta visibilità e palette con dischi rossi su entrambi i lati a d altrettanti volontari. Si tratta dei signori Giovanni Grilli per l’attraversamento scolastico a Dovadola e di Vincenzo Campagnolo per l’attraversamento scolastico a Rocca San Casciano.

Queste attivazioni vanno a integrare quelle che operano già da tempo sul territorio dei comuni facenti parte dell'Unione, spiega la Polizia municipale, i cui i progetti, in gran parte, sono seguiti direttamente dagli agenti. «I volontari vengono formati con un aggiornamento annuale dal personale della polizia municipale - spiega Andrea Gualtieri della polizia municipale -, certo in strada non hanno le stesse funzioni di un agente, non possono dirigere il traffico, ma solo far attraversare in sicurezza i ragazzi sulle strisce. ma questo è importantissimo sia per l’ordine in strada in due momenti della giornata cruciali, e inoltre sono sempre occhi in più puntanti su zone sensibili come le scuole e i loro dintorni, e male non fa mai».

L'azione dei nonni vigile è effettivamente di rilievo se si considera che su 35 plessi scolastici sull'intero territorio dell'Unione da coprire quotidianamente con due/tre servizi (mattino e pomeriggio), 20 sono quelli coperti dagli stessi volontari. I nonni che aderiscono al progetto sono stati selezionati a seguito di apposita domanda, da parte dei Comuni, e dislocati secondo le necessità del territorio. Per la loro attività è riconosciuto un piccolo contributo di 2,50 euro a a servizio.

Oltre ai 13 volontari operanti su Forlì, uno in più rispetto all’anno scolastico passato, sono attivi 5 volontari sul restante territorio seguiti direttamente dalla Pm.

Ci sono infatti oggi i due nuovi di Dovadola e Rocca San Casciano, e quelli più consolidati: a Predappio la signora Stefania Fontana, a Meldola il signor Pietro Bendi. Inoltre per l’attraversamento scolastico a Cusercoli il signor Vladimiro Bertaccini. In centro storico a Forlì sono coinvolti in occasioni particolari, ad esempio nei giorni di mercato, anche alcuni degli assistenti civici.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c