BUFERA SULLA GIUNTA

Zanetti, il sindaco le toglie la delega al verde

La lista "Noi con Drei" aveva anticipato la presentazione di un esposto in Procura

27/05/2016 - 10:01

Zanetti, il sindaco le toglie la delega al verde

FORLÌ. Il vicesindaco Veronica Zanetti non detiene più la delega al Verde pubblico. L’annuncio è stato dato direttamente dal primo cittadino Davide Drei alle 21 di ieri durante una seduta del consiglio comunale sulla quale sin dal primo pomeriggio gravava la notizia dell’esposto presentato alla Procura dalla lista di maggioranza “Noi con Drei”.

I consiglieri Mario Peruzzini e Tatiana Gentilini in mattinata si sono recati da Drei mostrandogli «documenti appena acquisiti» e informandolo dell’esposto che avrebbero presentato contro la procedura di selezione di una figura di supporto specialistico all’Unità Verde del Comune, autorizzata dalla Zanetti.

Atto che a fine luglio 2015 portò alla nomina dell’ex manager dello Studio ferrarese “Progetto Verde”, Giovanni Morelli. A lui tre incarichi per 40mila euro di compenso. Tra questi la nuova gara d’appalto da 1,4 milioni annui (contestata anch’essa) per la manutenzione generale del verde. Ebbene, il “caso” che politicamente aveva già portato alla richiesta di annullamento del bando e revoca dell’incarico, è tornato in assise attraverso la mozione presentata da Peruzzini, e Drei ha subito dato l’annuncio con voce “tirata”. «I due consiglieri hanno esibito documenti dell’Amministrazione che non conoscevo e che ho scorso - ha dichiarato -. Davanti a qualsiasi ipotesi di irregolarità, la loro scelta di evidenziarli in Procura è stata giusta e proprio perché ritengo di avere avuto sempre un comportamento lineare e trasparente ho convocato Veronica Zanetti condividendo che sulla tematica del verde si sono sommate ormai molte questioni. Per questo, assieme, abbiamo deciso che la delega da adesso sarebbe stata assegnata a me. Questo per dimostrare che l’Amministrazione non ha interessi diversi da quelli del bene pubblico». Zanetti ha assistito, silente e palesemente turbata. I nuovi documenti presentati in Procura pare siano scambi di e-mail tra gli uffici tecnici di settore del Comune sulle modalità di redazione del bando vinto da Morelli. In attesa di analisi degli organi competenti che farà il vice sindaco? «Ora non ha intenzione di dimettersi» annunciava un importante esponente del Pd. C’è però chi assicura che la lettera sia già pronta..

«Una conclusione che il sindaco avrebbe dovuto da tempo affrettare - dicono i Verdi -. Oltre all’incapacità di gestire il settore, forse c’era ingerenza negli atti tecnici dell’Amministrazione».

Enrico Pasini

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c