MUSICA

21/12/2018 - 07:00

Tre generazioni a confronto con il grande Enrico Rava

Chicco Capiozzo in trio con Ares Tavolazzi e Leo Caligiuri. Ospite il più famoso trombettista italiano

Tre generazioni a confronto con il grande Enrico Rava

CESENATICO. Nuovo appuntamento con il jazz del “Ju Ju memorial winter”, versione al chiuso del famoso “Ju Ju“ estivo nato all’indomani della morte del batterista Giulio Capiozzo fondatore degli Area.

Stasera alle 21, al teatro Comunale di Cesenatico echeggia il suono di tre generazioni di musicisti e di una special guest di lusso quale è Enrico Rava, in un inedito intreccio passionale di una musica estrosamente viscerale. “Three generations” è il concerto che mette a confronto e in sinergia il progetto del batterista Chicco Capiozzo pronto a fare scintille ritmiche con il groove della sua batteria, in trio con Ares Tavolazzi al contrabbasso, antico collaboratore dei Capiozzo (padre e figlio), anima di numerosi gruppi jazz, collaboratore di nomi come Stefano Bollani, Rita Marcotulli, Danilo Rea; completa il più giovane Leo Caligiuri raffinato interprete di pianismo moderno.

Grande star della serata è la tromba Enrico Rava, lieto ritorno a Cesenatico per il jazzista nato a Trieste “per caso” nel 1939, ma di formazione torinese; il lirismo della sua tromba ha davvero compiuto il “Giro del giorno in 80 mondi” (titolo di un suo disco del 1972), fra intensità e improvvisazione.

«Questo mio progetto avvia una formula nuova – annuncia Chicco Capiozzo – pur avendo collaborato con ognuno dei musicisti presenti, è la prima volta che interagiamo come “tre generazioni” insieme con Tavolazzi che si collega alla storia di mio padre, come me generazione di mezzo, e con il giovane talentuoso Caligiuri. Insieme ci inseriamo nel mondo di Rava che va da Miles Davis a Chet Baker. È un progetto che parte stasera da Cesenatico per girare a lungo».

Lo stesso Rava confermò al Corriere queste sue passioni in una intervista: «Miles Davis è colui al quale mi sono più ispirato, disse, per la sua unicità e come creatore, organizzatore della musica. Ho amato anche Chet Baker con cui ho suonato, e il padre di tutti Louis Armstrong».

Rammenta l’esperto Alberto Antolini i trascorsi di Rava a Cesenatico all’inizio del Duemila e la partecipazione al 1° Ju Ju: «Ricordo che in quell’occasione arrivò in bicicletta con la sua tromba».

Conduce Alberto Antolini.

Info: 0547 79274

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c