DANZA CONTEMPORANEA

23/11/2018 - 09:46

di RITA GIANNINI

“E’ bal”, la Romagna balla come non si è mai visto prima

Progetto di Ater con Mondaino, Rimini, Santarcangelo, Savignano, Longiano, Gambettola, Cattolica e Novafeltria

“E’ bal”, la Romagna balla come non si è mai visto prima

BOLOGNA. È la danza contemporanea la protagonista dei palcoscenici romagnoli orientali (da Longiano a Cattolica) da domani al 4 maggio. Il progetto, prima sperimentazione in assoluto, promosso da Ater e realizzato grazie alla rete di operatori dello spettacolo dal vivo del territorio della Romagna del sud, è stato presentato ieri mattina a Bologna. Nove gli spazi, otto i comuni e 23 gli appuntamenti tra spettacoli, residenze creative e masterclass, dal 24 novembre al 4 maggio 2019.

Il titolo

“E’ bal. Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea” con “il ballo” in dialetto romagnolo a sottolineare la vitalità che nutre questo territorio. Ampia la condivisione che vede unite per la prima volta, per dare vita a un nuovo circuito dedicato alla coreografia, alcune delle principali istituzioni del territorio dedicate allo spettacolo dal vivo. Hanno unito le proprie forze e incrociato i propri calendari il teatro Dimora di Mondaino, il Lavatoio di Santarcangelo di Romagna, il Teatro degli Atti e la sala Pamphili degli Agostiniani di Rimini, il teatro Comunale di Gambettola, il Moderno di Savignano, il Petrella di Longiano, il Salone Snaporaz di Cattolica, il teatro Sociale di Novafeltria. Obiettivo comune, portare sui palchi della Romagna del sud coreografi e performer di diverse generazioni ed estetiche, e proporre spettacoli rivolti non solo a un pubblico adulto ma anche all’infanzia.

Lo spettacolo di apertura

Il progetto ha un nutrito cartellone, con ben 17 spettacoli, che prende il via domani alle 21 al teatro Lavatoio di Santarcangelo con Avalanche di Marco D’Agostin, accompagnato dalla giovane performer portoghese Teresa Silva. D’Agostin si è formato con maestri di fama internazionale tra cui Claudia Castellucci, Yasmeen Godder, Nigel Charnock, Rosemary Butcher, e come autore ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui Scenario 2011 e Prospettiva danza 2012.

Il calendario

Il secondo appuntamento è il 2 dicembre al teatro Dimora di Mondaino con la Compagnia Simona Bertozzi – Nexus che presenta Joie de vivre, prova aperta a conclusione dell’omonima residenza creativa su progetto ideato con Marcello Briguglio, che debutterà il 14 e 15 dicembre al teatro Storchi di Modena.

Il 6 dicembre, al Salone Snaporaz di Cattolica, si esibirà il duo Ginevra Panzetti ed Enrico Ticconi impegnati in Harleking; il 12 il collettivo Fattoria Vittadini, con la coreografia di Francesco Penzo, presenta Vanitas al teatro Moderno di Savignano; il 21 è la volta di Barbara Berti con Bau#2 sempre al Lavatoio di Santarcangelo.

Il 2019 si aprirà con l’appuntamento del 19 gennaio, al teatro Comunale di Gambettola, dove andrà in scena Nicola Galli col suo Mars kids. Il 16 marzo in programma Genealogia di Luna Cenere, prova aperta al termine della residenza che si terrà al Petrella di Longiano dal 2 al 16 marzo. A Gambettola, il 23 marzo, Volumi di Alice e Tommaso Ruggero per bambine e bambini dai 6 anni. A Cattolica il 27 marzo approdano Francesca Penzo e Tamar Grosz, il 31 marzo agli Atti a Rimini Moreno Solinas e Igor Urzelai e il 4 aprile i Muta Imago. Il 6 aprile è la volta del Petrella di Longiano, ospite la compagnia Stalker Daniele Albanese in residenza. Il 7 al Sociale di Novafeltria arriva Cristina Kristal Rizzo e l’11 agli Atti di Rimini Daniele Ninarello e Dan Kinzelman seguiti da Manfredi Perego.

Raffaella Giordano sarà a Mondaino il 13 aprile e il giorno seguente terrà una masterclass per danzatori.

Residenze creative

Sempre a Mondaino due residenze creative, dal 23 al 30 aprile e dal 10 al 16 giugno, per la ricerca e la produzione del nuovo spettacolo di Annamaria Ajmone che si terrà il 28 aprile. Altra residenza dal 20 aprile al 4 maggio quella al Petrella per il nuovo spettacolo di Masako Matsushita che si terrà il 4.

Non mancano poi i laboratori

Previsto anche un progetto coordinato dal Collettivo Cap, attivo nella diffusione della cultura della danza contemporanea, che si articola in masterclass, incontri con artisti, lezioni di storia della danza e percorsi di visione, tra Rimini e Santarcangelo.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c