RIMINI

12/03/2018 - 13:25

di SERENA MACRELLI

Catalano, Dente e le loro metafore in quattro quarti

"Contemporaneamente insieme": il poeta torinese e il cantautore emiliano mixano penna e chitarra

Catalano, Dente e le loro metafore in quattro quarti

RIMINI. Poesia e musica. Guido Catalano e Dente, “Contemporaneamente insieme”. È il primo tour per questo inedito duo che ha già conquistato pubblico e critica. Il poeta torinese e il cantautore emiliano mixano penna e chitarra per parlare d’amore con il loro inconfondibile stile.

Lunedì sera eccoli sul palco del teatro Novelli dopo i sold out in diverse città. Ed era sold out anche a Rimini. Diretti da Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale, i due artisti daranno vita a rime semiacustiche e metafore in quattro quarti. Ironia, dolcezza, umorismo surreale, comicità che si veste di leggere e leggiadre iperboli, fantasia che si veste di malinconia. I versi saltellano sulle note, le note si tuffano nella poesia, tra giochi di parole, calembour di melodie.

Un felice intro questo tra Catalano, che inizia a scrivere poesie fin da giovanissimo, e il musicista Dente che da adolescente si lancia nell’avventura musicale come chitarrista dei Quic.

Quasi coetanei intraprendono le proprie carriere artistiche negli anni ’90. Sei i libri di poesie pubblicati fino ad oggi da Catalano. Le raccolte “Ti amo ma posso spiegarti” e “Piuttosto che morire m’ammazzo” hanno venduto oltre 30 mila copie. Il successo arriva anche dai social network, dal passaparola nei luoghi alternativi della cultura, ma anche dagli applausi conquistati nei festival di letteratura.

È del 2016 il primo romanzo “D’Amore si muore ma io no”. Nello stesso anno il poeta dalla comicità romantica è protagonista della pellicola “Sono Guido e non Guido”. Recentemente è uscito il nuovo libro di poesie “Ogni volta che mi baci muore un nazista”.

Altrettanto originale il percorso di Giuseppe Peveri, detto Dente. Dopo alcune esperienze musicali in band, ha intrapreso la carriera da solista nel 2006.

Apprezzatissimo da subito per la sua vena surreale, per la delicatezza dei suoi testi e delle sue melodie sempre in bilico tra quotidianità e sogno in una versione pop dai tratti essenziali e ricercati. Fino ad ora sono sei gli album pubblicati in studio, a cui si aggiungono un Ep digitale e un libro. Si possono ricordare “Non c’è due senza te”, “Le cose che contano”, “Canzoni per metà”. Numerose le collaborazioni come autore, coautore e duettando con artisti italiani, tra i quali Enrico Ruggeri, Brunori S.a.s, Arisa, Marco Mengoni, Le Luci della centrale elettrica, Selton e tanti altri.

Prevendite online: www.ciaotickets.com

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

TOP NEWS

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c