IN SCENA IL DUO REZZA MASTRELLA

La bella stagione a Riccione arriva dopo il Leone (d'oro)

È "Pitecus" lo spettacolo proposto questa sera allo Spazio Tondelli: sono passati più di 20 anni, ma continua a mietere successi

10/02/2018 - 11:34

La bella stagione a Riccione arriva dopo il Leone (d'oro)

RICCIONE. È Pitecus, cavallo di battaglia del duo Antonio Rezza-Flavia Mastrella, lo spettacolo proposto questa sera alle 21 allo Spazio Tondelli di Riccione nell’ambito del cartellone La bella stagione.

Sono passati più di 20 anni, ma Pitecus continua a mietere successi e stupisce ancora l’Italia con i mille personaggi e i frammenti di quel dissacrante one man show ideato da Antonio Rezza insieme a Flavia Mastrella. Oggi come allora la Romagna si conferma tappa cruciale per il duo RezzaMastrella, lanciato a Bellaria dai successi al festival di cinema Anteprima (1992 e 1993) e insignito nel settembre scorso, a Bertinoro, del prestigioso Premio Ermete Novelli: un riconoscimento che ha anticipato di qualche mese il Leone d’oro alla carriera per il teatro, appena assegnato dalla Biennale di Venezia.

A giugno, invece, la coppia aveva proposto al riccionese Dig festival il film indipendente “Milano via Padova”.

Dunque stasera allo Spazio Tondelli, muovendosi tra gli originali allestimenti di Flavia Mastrella, Antonio Rezza si esibisce in un esilarante andirivieni di personaggi, brutti fuori e forse ancor più brutti dentro: esseri che sprigionano qualunquismo a pieni pori, individui anonimi che pretendono di essere originali, contemporanei e, nei casi più sfacciati, addirittura avanguardisti. Coloratissimi e caricaturali, quasi fumettistici, questi personaggi fanno capolino tra le reti e le stoffe variopinte dell’allestimento, si agitano nervosi, strepitano in un dialetto frastagliato e tronco, animando immaginari quartieri popolari dove il gioco e la fantasia si accompagnano alla quotidiana incomprensione.

Stracci di realtà si susseguono in ordine sparso, tra video-dittatori, belle addormentate che non prendono sonno, studenti in conflitto con la radiosveglia, padri logorroici sconvolti dell’omosessualità dei figli, mariti annoiati e lussuriosi. Sfaticati, disperati alla ricerca di un’occasione, pluridecorati alla moralità che speculano sulle disgrazie altrui: tutti insieme formano un microcosmo stralunato, in cui sublimi cattiverie rendono comici anche gli argomenti più delicati.

Ingresso 15 euro. La biglietteria è aperta dalle 10 alle 13, e dalle 19 alle 21.

www.labellastagione.it

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c