CESENA

01/11/2018 - 10:36

di GIAN PAOLO CASTAGNOLI

Lo Stato finanzia per intero i 156 milioni del nuovo ospedale di Cesena

Annuncio dell’assessore regionale Sergio Venturi davanti a 500 persone. Amministratori comunali su di giri: "È il passo definitivo per un’opera fondamentale"

Lo Stato finanzia per intero i 156 milioni del nuovo ospedale di Cesena

CESENA. Lo Stato finanzierà tutti i 156 milioni di euro necessari per costruire il nuovo ospedale a ridosso del casello autostradale a Villa Chiaviche. L’annuncio bomba è stato dato ieri, a sorpresa, dall’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi, nel corso di un convegno a Pievesestina. Era dedicato ai 40 anni del Servizio Sanitario Nazionale e in platea c’erano circa 500 ascoltatori, in gran parte operatori sanitari.

L’annuncio e l’entusiasmo

A un certo punto, Venturi ha tirato fuori dal cilindro la notizia che la Conferenza Stato-Regioni ha deciso che da Roma verrà coperta per intero la spesa di 156 milioni di euro prevista per il futuro Bufalini.

Un evento celebrativo, impreziosito dalla presenza del presidente della Regione Stefano Bonaccini, si è così trasformato in un momento memorabile.

«È il definitivo passo verso questa opera di fondamentale importanza per il futuro di Cesena e della Romagna - commentano entusiasti il sindaco Paolo Lucchi e gli assessori Simona Benedetti e Orazio Moretti - È la conferma di come la Regione Emilia-Romagna in questi mesi abbia lavorato concretamente e con decisione verso questo traguardo, frutto dell'impegno di un intero territorio per lo sviluppo continuo e progressivo dei suoi servizi sanitari».

L’iter e la rivincita sugli scettici

Vengono poi ricostruite le tappe che hanno portato al traguardo: «Il 19 luglio scorso annunciammo che la Regione aveva finanziato i 12 milioni necessari per l’intera progettazione, dopo un percorso di dialogo costante con la città, garantito fin dal 2016 dal “Comitato per il nuovo l’ospedale di Cesena”, del quale sono stati protagonisti associazioni, sindacati, Quartieri, forze politiche e sociali. Ci fu chi allora storse il naso, prefigurando uno scenario fatto di “chiacchiere a vuoto” e descrivendo come incerto il percorso di copertura economica dell’intera opera. Invece, la decisione del Governo conferma quanto abbiamo sostenuto fino ad oggi: quei famosi 156 milioni ci sono e deriveranno nella loro totalità da un finanziamento dello Stato».

Le prossime tappe

E adesso? «Non appena verrà approvato il progetto di fattibilità tecnica del nuovo polo ospedaliero, che ci permetterà di concludere la valutazione di sostenibilità ambientale e quindi di procedere con la definitiva sottoscrizione dell’Accordo territoriale insieme alla Provincia, alla Regione e alla Direzione generale dell’Ausl Romagna, si potrà dare avvio alla fase di progettazione definitiva. Ed entro la fine del 2019 - concludono i tre amministratori comunali - contiamo di avviare le fasi preliminari dei lavori».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c