CESENA

26/10/2018 - 11:46

Cesena, durante la notte il Cycle Club a Calisese preso ancora di mira dai ladri di bici elettriche

Rubato materiale per 30.000 euro. Dal 2009 l’ex Albero delle ruote ha subito una quarantina di furti

Cesena, durante la notte il Cycle Club a Calisese preso ancora di mira dai ladri di bici elettriche

CESENA. Ladri di nuovo in azione nel comparto bici della zona artigianale di Calisese: un’area che ciclicamente finisce nel mirino dei soliti ignoti.

Ad essere preso di mira il negozio della Cycle Club: marchio che fa capo allo storico gruppo conosciuto con il nome di “Albero delle ruote”.

Dal 2009 ad oggi sono una quarantina i furti subiti da questo gruppo di aziende. In particolar modo qui nella zona di Calisese ma anche in altri negozi che si trovano su diversi punti del territorio romagnolo.

Erano circa le 4 quando i ladri hanno preso possesso di un furgone marca Renault, rubato da un cortile di un’azienda che si trova a poca distanza dal punto del furto: il civico 19 di via Pitagora.

Hanno “preso la rincorsa” con questo ed usandolo come ariete hanno divelto la massiccia porta anti intrusione dell’esercizio commerciale.

I ladri avevano nel mirino le biciclette elettriche: si tratta di materiali tra i più costosi e ricercati ora in commercio, facile dunque poi da piazzare di nuovo al mercato nero.

Non è escluso che ad agire sia stato un gruppo con già un compratore pronto. Un nucleo di ladri che dunque ha agito su commissione sapendo di poter rivendere subito il bottino non appena acquisito, incassandone i proventi.

In pochi istanti hanno caricato sul mezzo otto biciclette elettriche. Materiale del valore di circa 30.000 euro al quale va sommato poi il danno subito alla porta, ingente anche quello.

Poi i ladri si sono allontanati nella notte.

In mattinata il furgone Renault usato per il colpo, e vistosamente ammaccato, è stato ritrovato a poca distanza.

I ladri aveano evidentemente caricato le biciclette su un furgone “pulito” prima di allontanarsi.

Come detto si tratta della quarantesima volta che il gruppo di costruzione e vendita di bici sportive viene preso di mira.

In un’area artigianale dove i colpi simili si sommano di pari passo alla presenza di vari capannoni dedicati a questo comparto.

Il precedente di luglio

Uno degli ultimi furti più noti risale a metà luglio di tre anni fa.

Dopo l’ennesimo furto alla ditta che allora si chiamava ancora “L’albero delle Ruote” era scattato un inseguimento, partito fin da Calisese.

All’una circa i “soliti ignoti” avevano fatto irruzione nel noto negozio di biciclette caricandosi 4 mountain bike, 3 bici elettriche e 2 televisori.

Un testimone aveva però fatto in tempo a notare che erano in tre e che si stavano allontanando a bordo di un “Turbo Daily” di colore bianco.

Mentre sul posto intervenivano le pattuglie del Commissariato di polizia per i primi rilievi sul colpo (anche nella giornata di ieri le indagini sono state coordinate dalla polizia, intervenuta anche con la Scientifica per cercare tracce eventualmente lasciate dai ladri) una gazzella dei carabinieri intercettò i ladri col furgone in fuga. I ladri vennero tallonati per 90 minuti fino a Faenza, arrivando dapprima a Ravenna, per poi inoltrarsi nelle campagne di Russi. Alla fine furono costretti ad abbandonare la refurtiva.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c