CESENATICO

02/10/2018 - 17:10

di ANTONIO LOMBARDI

Ex Prealpi, riparte il progetto con case, parcheggi e giardini

Il complesso di edilizia popolare potrà contare su 18 appartamenti

Ex Prealpi, riparte il progetto con case, parcheggi e giardini

CESENATICO. Recuperato il progetto ex Prealpi nell'area di Villamarina, dove dovrà sorgere un complesso di edilizia popolare, parcheggi e giardini pubblici. Arrivato il nulla osta del ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Amministrazione comunale e Acer danno il gong ai progetti. Il progetto di rigenerazione coinvolgerà ora anche la “vecchia” scuola elementare di Villamarina.

Intervento modificato

Il ministero ha notificato alla Regione Emilia-Romagna il nulla osta riguardo la rimodulazione dell’intervento dopo il crack della società “Fincarducci srl”, Si sblocca quindi un progetto fermo da diversi anni e collegato all’accordo di programma tra Regione, Comune e Fincarducci Srl risalente al 19 ottobre 2011. L’intervento originario prevedeva la realizzazione di 32 alloggi di edilizia sociale nell’area della ex colonia Prealpi, già conferita al Comune nel 2004, dopo l'avvenuta confisca, da parte del tribunale di Roma, alla criminalità organizzata della famigerata Banda della Magliana. I fondi necessari erano, in parte, derivanti da un bando regionale (2.689.574 euro) e i restanti (3.650.000) dovevano essere investiti dalla società Fincarducci Srl quale quota parte dell’interesse pubblico previsto all’interno dell’accordo di programma “Ex Nuit e parte delle colonie di Levante”, che comprendeva diverse aree private della città e che avrebbe dovuto portare tra l'altro alla nascita di un nuovo grande albergo, di una piazza, di diversi appartamenti tra Boschetto e Valverde.

Blocco dei lavori

L’unico intervento effettuato si fermò alla sola demolizione nel 2013 dei preesistenti immobili della vecchia Prealpi; e da quel momento ogni altro intervento implose, bloccato fino al fallimento della società Fincarducci Srl avvenuto il 30 novembre 2017. Fin dal 2016 il Comune provò a rimodulare l’accordo, sostituendosi alla Fincarducci Srl, proprio per non perdere e vanificare il sostanzioso finanziamento regionale.

Sblocco dell’area

Il 19 marzo 2018 ente locale e curatore fallimentare della società Fincarducci Andrea Di Cesare si accordarono affinché l’area di Villamarina tornasse alla piena disponibilità del Comune, che ha poi presentato alla Regione un nuovo progetto rimodulato, che prevedeva un cofinanziamento pari al 50% da parte del Comune. Nello specifico oltre 1 milione. Il Comune lo ha inserito, nel progetto, la rigenerazione a parcheggi e servizi pubblici dell’area, oggi occupata dalla ex scuola di via Leon Battista Alberti ampliando, così, il perimetro del progetto.

Il nuovo progetto

E ora è arrivato il definitivo via libera del ministero che controlla l’erogazione dei fondi del Piano nazionale edilizia abitativa. La progettazione e realizzazione dei 18 alloggi, verde e parcheggi sarà affidata ad Acer Forlì-Cesena. Il secondo stralcio è la rigenerazione dell’area adiacente, su cui insiste l’ex scuola di via Alberti. Prevista area parcheggio e verde pubblico. Si prevede di appaltare i lavori entro il 2019.

Il sindaco

Il commento soddisfatto del sindaco Matteo Gozzoli: «Finalmente dopo tanto lavoro siamo riusciti a rimettere in carreggiata un progetto che sembrava definitivamente deragliato. La nuova progettazione, oltre a mantenere il finanziamento statale, a mantenere il carattere sociale originario dell'opera, raccoglie e coglie le esigenze turistiche di Villamarina, carente di spazi pubblici e servizi. Una bella risposta, che va nella direzione dettata dalla legge sui beni confiscati alle mafie, che devono tornare a beneficio della collettività».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c