CESENA

17/07/2018 - 14:01

L’antica pantera riemerge per andarsene per sempre

Reperto romano pronto a essere rimosso ed esposto al museo archeologico rivalorizzato

L’antica pantera riemerge per andarsene per sempre

Il ritrovamento del mosaico lo scorso autunno

CESENA. L’antica pantera sta per lasciare il sottosuolo di via Strinati per andare a farsi ammirare presto nel museo archeologico. Ieri è stato riaperto il cantiere del mosaico romano che era venuto alla luce lo scorso autunno, durante il rifacimento dei sottoservizi, con una splendida figura dell’elegante predatore impegnato nella caccia.

Chiuso dopo il ritrovamento per proteggerlo dalle intemperie invernali, il reperto risalente a duemila anni fa sta per essere spostato. Lo scavo verrà aperto da “Heratech” e “Fabbri Costruzioni Edili”. Successivamente “Phoenix Archeologia”, sotto la direzione scientifica della Soprintendenza, si occuperà della pulizia del rivestimento musivo. Seguirà un ortofotopiano del mosaico, affidato a “Sabap”, mentre “Phoenix Archeologia” curerà le successive fasi del rilievo a contatto, della rimozione e del trasporto delle sezioni musive al museo archeologico all’interno della Malatestiana. Qui in autunno inizierà il restauro dell’opera, con la possibilità, in particolare per gli studenti, di assistere ai lavori.

I tempi dei lavori dovrebbero aggirarsi attorno a una decina di giorni. Però potrebbero variare in base alle condizioni meteo e dell’umidità nell’aria. In caso di maltempo, come quello che ieri ha subito dato il benvenuto al cantiere, verrà realizzata una copertura.

Miglioramenti al museo

Il sindaco Paolo Lucchi e gli assessori ai Lavori pubblici Maura Miserocchi e alla Cultura Christian Castorri ricordano che, mentre sta per iniziare quello che i tecnici definiscono lo “strappo” del mosaico, «si sta portando avanti, in collaborazione con Soprintendenza e Università di Bologna, il progetto di rinnovamento del Museo archeologico, dove verrà collocato quella perla storica, per renderlo maggiormente fruibile grazie al risanamento delle murature dall’umidità, alla mitigazione del microclima e ad un nuovo sistema di illuminazione. Anche il percorso di visita subirà qualche variazione, per valorizzare i reperti più significativi, tra cui appunto il mosaico della pantera restaurato».

Modifiche al traffico

Per la presenza del cantiere, fino al 10 agosto via Strinati e Corte Dandini saranno chiuse al traffico (eccetto che per i pedoni e per le bici condotte a mano), mentre rimarrà aperta al traffico via Dandini. In via Fantaguzzi (con direzione da via Zeffirino Re a via Strinati) e in via Strinati (con direzione da via Fantaguzzi a via Righi) ci sarà un senso unico, mentre il tratto di via Strinati da Corte Dandini a via Righi sarà a doppio senso. Qualche disagio potrebbe verificarsi per i residenti già in possesso del contrassegno R30 che possiedano un garage o un posto auto privato nelle vie interessate dai lavori. Questi avranno diritto ad un permesso di sosta ztl gratuito, da richiedere allo Sportello Facile.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500


TOP NEWS

ARTICOLI CORRELATI

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c