SAN MAURO MARE

14/07/2018 - 11:55

di IACOPO BAIARDI

Sfondano porta del bagno per poter dormire in spiaggia

La polizia municipale interviene richiamata dalle grida del litigio con il bagnino

Sfondano porta del bagno per poter dormire in spiaggia

Il bagnino Gianni Ottaviani mostra il bagno usato come camera doppia

SAN MAURO MARE. Scelgono il bagno per disabili di uno stabilimento balneare nella zona centrale di San Mauro Mare come loro personalissimo hotel e quando il proprietario ignaro li sorprende e vuole cacciarli scoppia il parapiglia. E rischiano di volare delle botte. È successo quando erano circa le 22.30 di giovedì sera e il bagnino, andato a controllare la spiaggia, si è subito accorto che c’era qualcosa che non andava.

Intervento dei vigili

Gli animi si scaldano e le parti alzano la voce. A poche decine di metri c’è una pattuglia della polizia municipale di San Mauro Pascoli in perlustrazione. Non c’è bisogno di chiamarli, sentono le grida e arrivano di corsa. Trovano i due che volevano usare il bagno per disabili come camera da letto che discutono con Gianni Ottaviani, storico bagnino di San Mauro Mare. Gli agenti prendono la situazione in mano. Chiedono al bagnino di allontanarsi e poi passano alla coppia.

La coppia

Una volta fatta calmare la situazione, è emerso che le due persone avevano con uno spintone aperto la porta del bagno dei disabili e avevano già collocato una sedia sdraio per passare più comodamente la notte, sistemando i propri effetti personali come in un albergo qualsiasi. Si tratta di un uomo di una cinquantina d’anni, originario del torinese, con una lunghissima sfilza di reati di vario genere commessi un po’ in tutta Italia; e della sua compagna, una 38enne di origine ucraina, anche lei con precedenti.

Denuncia di parte

È anche emerso che i due avevano fatto il pieno di birre in un negozio e che già nei giorni precedenti avevano avuto diverbi con diversi esercenti di pubblici esercizi della cittadina balneare a causa dei loro comportamenti aggressivi. Alla fine gli agenti della polizia municipale li hanno identificati e fatti allontanare, mentre il proprietario dello stabilimento balneare ha annunciato l’intenzione di denunciarli per i danneggiamenti e per l’invasione della sua proprietà.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c