GATTEO MARE

10/07/2018 - 10:46

Rubano in chiesa e per fuggire picchiano il parroco

Don Mirco Bianchi ha provato a fermarli. Arrestato subito l’uomo, la complice presa a Rimini

Rubano in chiesa e per fuggire picchiano il parroco

GATTEO MARE. Per rubare in chiesa picchiano il parroco davanti al sacrestano, ma poi vengono presi dai carabinieri di Cesenatico in due tempi differenti e si aspetta la convalida dell’arresto.

Il furto

Il fattaccio è successo domenica pomeriggio. Un uomo e una donna si sono introdotti nella centralissima chiesa che si affaccia su piazza della Libertà in via Ferrara, intitolata a Sant’Antonio da Padova. I due avrebbero girato per varie stanze, aprendo cassetti e impadronendosi di quello che trovavano. Come ad esempio degli spinner, le rotelline antistress, che erano in parrocchia per i ragazzi. Poi la coppia di malviventi si è anche impossessata della cassetta delle offerte.

L’incontro

A questo punto qualcuno si sarebbe accorto della loro presenza indesiderata. Il parroco don Mirco Bianchi, accompagnato dal sacrestano, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe inseguito i due ladri cercando di farli desistere dal furto. Idea che non è particolarmente piaciuta ai banditi, che per poter fuggire non ci hanno pensato due volte a mettere le mani addosso al parroco. Hanno picchiato entrambi e pare che quella che si è più accanita è stata la donna. Alla fine il sacerdote è stato currato al pronto soccorso e ha riportato 8 giorni di prognosi.

Gli arresti

Intanto è stato dato l’allarme e sono arrivati i carabinieri di Cesenatico. L’uomo è stato immediatamente arrestato, mentre la donna è riuscita a fuggire. I militari hanno continuato le indagini e sono riusciti a rintracciare l’altra metà della banda in un albergo di Rimini, dove arrivando dalle Marche avevano preso una camera in affitto. Da Cesenatico i carabinieri si sono quindi spostati a sud per effettuare il secondo fermo. È stato recuperato anche il bottino, che ammonterebbe a circa 400 euro in contanti, con anche molte monete. Oggi dovrebbe avere luogo la convalida dell’arresto in tribunale a Forlì.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c