CESENA

12/05/2018 - 12:27

Trattative per i negozi in piazza: «I segnali sono incoraggianti»

Interessamenti per i locali che si affacciano sui lavori ma anche per la galleria. Approvate le linee guida per il bando per assegnare i due chioschi

Trattative per i negozi in piazza: «I segnali sono incoraggianti»

CESENA. Trattative già in corso, in qualche caso in fase molto avanzata, per alcuni dei 12 locali commerciali sfitti di piazza della Libertà e Galleria Oir interessati dagli incentivi messi a disposizione dall’Amministrazione comunale (importo complessivo 125 mila euro) per favorirvi l’insediamento di nuove attività.

Interesse anche per la galleria

«A segnalarci questo andamento, a circa un mese e mezzo dalla pubblicazione del bando – dichiarano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore allo Sviluppo Economico Lorenzo Zammarchi -, è Immobiliare Quatarca, l’agenzia che si è aggiudicata l’incarico per il servizio di ripopolamento commerciale dell’area».

Le classi merceologiche più interessate sono quelle dell’abbigliamento e della piccola ristorazione, «si tratta inoltre di tutte nuove attività e non di spostamenti». Segnali incoraggianti che non riguardano solo i 7 immobili direttamente affacciati sulla piazza, ma anche i cinque di Galleria Oir.

«Molto utile il web»

«Il web – sottolinea Giacomo Boschi, di Quatarca - si sta rivelando uno strumento particolarmente efficace: buona parte delle richieste di informazioni passano dal sito www.inpiazzacesena.it».

Il meccanismo degli incentivi

Nel dettaglio, il meccanismo degli incentivi stanziati dal Comune (per 125 mila euro) prevede che il contributo assegnato alle singole imprese che si insedieranno sia calcolato sulla base del canone d’affitto: nel primo anno di attività la somma erogata sarà pari al 20% del canone annuale, il secondo anno ammonterà al 10%. I proprietari dei locali, invece, riceveranno per due anni un contributo pari all’Imu pagata nel 2017. Possono presentare domanda le imprese operanti nei settori del commercio, dell’artigianato, dell’agricoltura, dei pubblici esercizi, che entro il prossimo 30 novembre stipuleranno un contratto di locazione commerciale per uno dei locali vuoti presenti nell’area, individuati con il censimento effettuato a inizio anno da Quatarca Immobiliare per conto del Comune. Le domande dovranno essere presentate entro trenta giorni dalla data di sottoscrizione del contratto, e comunque entro il 5 dicembre 2018.

L’assegnazione dei chioschi

Intanto l’amministrazione comunale ha approvato le linee del bando che verrà pubblicato prossimamente per assegnare la concessione dei due chioschi previsti in piazza della Libertà. Inizialmente previsti per le due edicole della piazza, oggi chiuse, «abbiamo valutato di mantenerli - spiegano Lucchi e l’assessora maura Miserocchi -, con la possibilità di destinarli anche ad altre attività». Entrambe le “casette” saranno collocate lungo il lato della piazza affacciato su corso Garibaldi, davanti al Palazzo Oir. Negli intenti dell’amministrazione, con il futuro bando si chiederà di presentare un’offerta che contenga anche la proposta architettonica. I chioschi saranno installati a spese dei concessionari, che ne saranno proprietari e dovranno smantellarli e ripristinare l’area al termine della concessione, la cui durata sarà indicata nel bando».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c