SAVIGNANO SUL RUBICONE

28/02/2018 - 11:17

«Vi ho chiuso le scuole e oggi venite a spalare». I richiedenti asilo aiutano a pulire dalla neve

Filippo Giovannini su Facebook manda un messaggio scherzoso e si presentano in una trentina

«Vi ho chiuso le scuole e oggi venite a spalare». I richiedenti asilo aiutano a pulire dalla neve

SAVIGNANO SUL RUBICONE. Non si potrà dire che il sindaco Filippo Giovannini. Lunedì aveva ricevuto il simpatico invito realizzato da un gruppo di studenti di quinta liceo che avevano scritto a caratteri cubitali nella neve sotto le finestre del municipio l’invito “Filippo chiudile”, con ovvio riferimento alle scuole. Una foto fatta dallo stesso sindaco di cui si è parlato anche ieri nella trasmissione Caterpillar di Radio Due.

Ma ieri il primo cittadino è andato all’incasso rivolgendosi sui social direttamente ai giovani: «Ragazzi, anche domani niente scuola. Vi aspetto oggi pomeriggio alle 14.30 assieme ai volontari della protezione civile e a Natascia Bertozzi sotto al Comune ️ per andare assieme in giro per Savignano a spargere il sale (i sacchetti sono pronti) e magari fare anche 2 palate. Mi raccomando, vi aspetto... o riapro le scuole».

Insomma, si è inventato una nuova “alternanza scuola - lavoro”. E gli studenti ci sono stati. Si sono presentati in quasi una trentina e si sono messi a lavorare per il centro. Contentissimo il primo cittadino ha dato conto sui social network: «Io lo sapevo che i ragazzi non avrebbero mancato l'appuntamento. Eccoli qua che ci stanno dando una mano a spargere il sale in centro, grazie ragazzi per aver subito risposto all'appello, tutti promossi!».

Ancor più felice a fine pomeriggio: «Quella che era nata come una simpatica e scherzosa provocazione ha coinvolto giovani e giovanissimi di Savignano, oltre naturalmente alla protezione civile in un momento di sincera e divertente condivisione per il bene comune. Grazie ragazzi per l'entusiasmo e il senso di appartenenza alla nostra comunità che avete dimostrato». E racconta: «La gente passava, vedeva amministratori e ragazzi e rimaneva incuriosita. Abbiamo dato un’ottima immagine del senso di comunità. Voglio pensare a un progetto che coinvolga Comune e studenti per far tesoro di questo rapporto che si è creato».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c