ANAGRAFE CITTADINA

03/02/2014 - 10:08

di FILIPPO FOCACCIA

Effetto papa sui genitori

Francesco è il nome maschile più usato per i neonati

 Effetto papa sui genitori

CESENA. Effetto Papa sui nomi depositati all’Anagrafe nell’arco di tutto il 2013. A vincere la particolare graduatoria dei nomi più graditi tra i maschi è stato infatti Francesco.

Nome che con ben 21 attribuzioni stacca nettamente in graduatoria i secondi arrivati.

A gradino sottostante del podio si è insediata una triade. Formata (con 17 nuovi nati) dai nomi Alessandro, Matteo e Tommaso. Terza preferenza ex aequo a quota 13 per i Leonardo ed i Tommaso. Undici preferenze da parte dei genitori invece sono andare a Diego, Lorenzo e Pietro. Tutti gli altri sono con meno di 10 preferenze a partire alle 9 di Riccardo.

Ci sono due “solite note” in testa alla graduatoria femminile. Negli ultimi anni Giulia e Sofia sono stati nomi andati per la maggiore ed anche nel 2013 si sono confermati: prima posizione a pari merito con 13 preferenze.

Subito sotto c’è Anna (11 volte attribuita ad altrettante nuove nate) di poco sotto con 9 ci sono Anita e Martina, poi seguono Linda e Matilde con 8, e le 7 preferenze andate ad Adele, Giorgia, Mia e Viola.

Sia tra i maschi che tra le femmine non mancano le particolarità. Dovute non sempre alla presenza sul territorio di nuovi genitori di origini straniere.

Francesco tra i maschi ritorna più volte (c’è un Alberto Francesco ma anche un Francesco Saverio tra i nuovi nati).

Inconsueto il nome Liam (ben 4 neonati si chiamano così) così come ci sono due Adam nati nel 2013, due Kevin e due Rayan.

Tra le femmine i nomi corti vanno sempre per la maggiore. Aya ha totalizzato due preferenze. Tante quante Clara, Maya e Nora. Sempre a quota due si trovano anche Zoe e Victoria. Davvero particolari (con una preferenza) nomi come Beya, Candy, Basma, Clio, Cloe, Desirè (in un caso scritto anche Desyrè), Elea, Emili, Gea e Lena.

Lucia, fino a qualche anno fa in vetta alle classifiche annuali, è stata relegata a quota 1 nel 2013.

Le presenze dall’estero hanno portato anche nel 2013 diversi nomi decisamente impronunciabili. A meno che non si abbia un vicino di casa della nazionalità giusta a spiegare o non si sia preparati anche in lingue molto diverse dall’italiano.

Per i maschietti si tratta tutti di nomi che hanno avuto un unica preferenza tra i genitori.

In ordine sparso si segnalano Salah Al Din, Ayevbosa Courage, Bojidar Tonchev, Cheikh Ibra Fall, Delight Okwuchukwu, Destiny Onyinkachi.

Non manca chi ha voluto omaggiare nel nome del figlio le terre di provenienza e l’Italia. Così sono nati un Cristiano Ayman Mak ed un gabriele Ilie assieme ad un Djaba Alberto Ishak.

Il “misto italiano” si ritrova anche nelle femminucce. Come Abla Roberta Noeva.

Tra i meno fonetici in italiano segnaliamo Arwa, Bintou, Cattleya, Chahd e la piccola Zenabou.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c