15/06/2015 - 18:39

Nuovi impianti Trevi in Usa e Medio Oriente

Nuovi impianti Trevi in Usa e Medio Oriente

CESENA. La divisione Trevi si è aggiudicata lavori negli Stati Uniti ed in Medio Oriente per un valore complessivo di circa 50 milioni di Euro.

Allo skyline di Boston sta per aggiungersi una nuovo elemento imponente. One Dalton sarà una torre di 65 piani che svetterà con i suoi 230 metri nel cielo del New England.

La torre del valore di circa 700 milioni di dollari si fonda su una serie di elementi portati rettangolari posti in profondità che verranno scavati utilizzando l’idrofresa fino ad una profondità di circa 58 metri di cui 5 in roccia.

In Medio Oriente il Gruppo Trevi ha acquisito un contratto per la realizzazione di opere infrastrutturali e viarie strategiche per l’ampliamento urbano del Kuwait. L’esecuzione dei lavori comporterà l’esecuzione di fondazioni speciali, consolidamento del terreno e pali trivellati.

«La divisione Trevi - spiega l’Ad Stefano Trevisani - continua ad acquisire commesse significative in aree di particolare rilievo. Il trend positivo previsto negli Stati Uniti si dimostra particolarmente promettente e l’aggiudicazione di queste commesse ne è la conferma. One Dalton rappresenterà la torre più alta del New England ed una delle strutture più importanti realizzate negli ultimi decenni. L’edilizia privata e l’esecuzione di grattacieli di questo tipo sono la testimonianza di un mercato in forte ascesa. Va, inoltre, ribadito che il progetto della messa in sicurezza dell’argine nel Mississippi River conferma il forte potenziale degli Stati Uniti che necessitano sempre di più di lavori sviluppati specificatamente dalla divisione Trevi. Infine, in Medio Oriente rimaniamo ottimamente posizionati e quest’ulteriore commessa sancisce l’ampliamento del portafoglio lavoro nell’area».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c