Vita di club

Il Circolo Nautico Bellaria compie mezzo secolo

Dalla pesca alla motonautica, dalla vela al coinvolgimento dei giovani

di CARLOTTA MANZI

23/12/2013 - 12:53

Il Circolo Nautico Bellaria compie mezzo secolo

di CARLOTTA MANZI

BELLARIA. Il Circolo Nautico Bellaria ha fatto 50. Un grande traguardo per il punto di riferimento delle attività nautiche della città romagnola. Mezzo secolo che non pesa ma è un vanto è un nuovo punto di partenza verso altri traguardi.

«Era l'estate del 1964 quando un gruppo di amici decise di dare l'input per creare una struttura che raccogliesse gli appassionati di tutto ciò che è legato al mare – racconta il Presidente Nicola Ianniello – Il primo presidente, Ermanno Morri, organizzò una serie di eventi che diedero vita al Circolo ma è stato il mio predecessore Giulio Torroni, purtroppo mancato da poco, che, con la sua fantasia, ha dato la spinta definitiva per arrivare dove siamo ora».

In questi anni, infatti, il circolo di via Rubicone 26 è stato in grado di farsi conoscere sia a livello nazionale che internazionale, come ricorda Ianniello: «Proprio Torroni, che è stato anche un pilota di motonautica, ha portato a Bellaria questo sport, organizzando competizioni di calibro mondiale. Piano piano anche la vela e la pesca presero piede. Insieme a Big Game Italia, l'associazione nazionale di pesca sportiva, e al Club Nautico Rimini ospitiamo, da anni, una prova del campionato italiano anche per l'estate 2014. Continuiamo anche ad organizzare la gara di motonautica, certo non è più il livello di una volta ma è come se fosse la serie b».

Ma il Circolo Nautico di Bellaria è molto attento anche ad altri aspetti. «Per quanto importante non c'è solo lo sport agonistico. Negli anni siamo stati capaci di aggregare tante persone amanti del mare, organizziamo sempre feste estive dal clima conviviale che dai turisti sono individuate come eventi da non perdere. Non avendo la darsena siamo noi lo sbarco a mare e offriamo quindi alla marineria questo servizio. Lo spirito di amicizia che ci ha caratterizzato in questi anni ci ha anche spinto verso tante iniziative per noi molto importanti: organizziamo una passeggiata in mare con alcuni ragazzi disabili e le loro famiglie, ma anche una navigata full immersion, da sabato a domenica, con un gruppo scout per fargli conoscere l'esperienza della vela d'altura. Molto divertente è la gara di pesca per bambini, quest'estate ne abbiamo avuti addirittura 40, sul porto canale. Vogliamo continuare così anche nei prossimi anni».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c