San Marino in Nations League contro la Bielorussia

SAN MARINO. Giovedì contro la Moldavia c’è stato un momento nel quale la nazionale sammarinese si è messa a comandare le operazioni come mai si era visto negli ultimi anni. Il punto che avrebbe potuto rappresentare la svolta non è arrivato in quanto capitan Simoncini si è fatto attrarre dal pallone al limite e non ha poi seguito il taglio di Damascan, che di testa ha trafitto Benedettini dopo 78 minuti di battaglia. Oggi (ore 18 al San Marino Stadium) sarà più difficile perché di fronte ai titani si parerà la Bielorussia, a cui serve un punto per essere promossa in Nations League C. Così il Ct Varrella: «La Moldavia nel finale ha temuto San Marino: credo che questo sia un grande risultato parziale. Con la Bielorussia sarà più dura e ci aspetta uno spartito diverso, nel quale tenteremo di vincere i duelli personali. Per chiarire il concetto con un esempio: giovedì, in Lussemburgo, Savitski ha vinto 21 duelli su 24. Io chiederò a Battistini che domani (oggi, ndr) Savitski non ne vinca più di 15. Questo perché dovessimo riuscire a aggiudicarci qualcuno di questi duelli, potrebbe essere più complesso per loro potersi imporre in maniera così violenta come successo a Minsk».

E ancora: «Giovedì mi è piaciuto l’atteggiamento di chi ha giocato e di chi è entrato: tipo Alessandro Golinucci, che ha portato la sua effervescenza a disposizione dei compagni. Bellissimo. I ragazzi si sono resi conto che a certi livelli talvolta volere e potere hanno un buon rapporto. In settimana hanno accettato di sottoporsi a un lavoro di potenziamento muscolare aggiuntivo e ora si approcciano alle gare con un’emotività importante».

La classifica

Così nel Gruppo 2 di Nations League D: Bielorussia 11 punti; Lussemburgo 9; Moldavia 8; San Marino 0.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui