La festa della liberazione del Cesena

CESENA. Non bello, non brillante, ma vincente. Il Cesena piega il fanalino di coda Juve Stabia, grazie ad un calcio di rigore trasformato da Cascione al 10′ del secondo tempo. I bianconeri trovano il massimo risultato con il minimo sacrificio, con uno spunto di Marilungo che si libera di Ghiringhelli sull’out di sinistra, e lo costringe al fallo all’ingresso in area. Dal dischetto Cascione è glaciale e trafigge Benassi. Sugli allori anche Coser, autore di un vero e proprio miracolo sulla girata di Sowe in piena area di rigore (14′ st). La Juve Stabia prova a trovare il pari senza successo, anche perchè nel finale rimane in 10 uomini, a causa dell’espulsione di Barayè, che colleziona due gialli in 20′. Il Cesena stringe i denti e porta a casa tre punti che significano quarto posto in classifica.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui