Allarme baby gang a Rimini, “Il ragazzino gira armato di pistola”. Era un giocattolo: procurato allarme

RIMINI. «Ve la prendete con noi quando c’è un nostro coetaneo che spadroneggia, gira con la pistola e minaccia di farci fuori». Gli agenti delle Volanti alle prese con il fenomeno dei pestaggi tra minorenni che la scorsa settimana hanno portato alla denuncia a piede libero di cinque giovanissimi per lesioni aggravate e alla segnalazione di altri coetanei, hanno dovuto fare i conti con una segnalazione circostanziata e inquietante. Nel giro di pochi giorni i poliziotti hanno fatto luce sulla vicenda, individuando il potenziale pericolo pubblico sulla base di alcune testimonianze. L’abitazione dove il ragazzo, un 16enne riminese vive con la famiglia, è stata individuata e perquisita. Nascosta dietro la lavatrice è saltata fuori la pistola. Sebbene priva del tappo rosso, si trattava di una ottima imitazione di un’arma originale. Un giocattolo che, in mano, al ragazzo riusciva però a incutere timore nelle disfide da strada tra coetanei. Sfide pericolose che avrebbero potuto anche portare a situazioni critiche, visto che nessuno tra quanti conoscevano il giovane dubitava dell’efficienza del revolver. Lo “scherzo” non è piaciuto agli investigatori che, a questo punto, hanno sequestrato l’arma fasulla e hanno denunciato il ragazzo al tribunale dei minorenni di Bologna con l’accusa di procurato allarme.

I dettagli nell’articolo del Corriere Romagna in edicola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui