Gettato tra i rifiuti non cammina, Rimini si mobilita per far operare il gattino Bolle

RIMINI. Dal bidone della spazzatura, in cui era stato gettato a soli due mesi di vita, ad un possibile ritorno alla normalità, grazie a quell’operazione che gli ridarebbe l’uso delle zampe posteriori. Sarebbe questo il regalo più bello per il piccolo gatto Bolle, in onore del note ballerino di danza classica e «chiamato così dai volontari del canile Cerni di Rimini perché, nonostante i suoi problemi fisici, mantiene una vitalità ed una voglia di saltare e “danzare” contagiosa».

Lo spiegano dall’amministrazione comunale, dove aggiungono: «Appena arrivato in canile, al piccolo Bolle è stato riscontrato, dopo diversi accertamenti e visite specialistiche dei medici veterinari, un deficit congenito».

Per raccogliere i fondi necessari al delicato e necessario intervento chirurgico, i volontari del canile di Rimini Stefano Cerni si affidano così «anche alla Befana, e al buon cuore dei riminesi». Tradotto: una tombola di solidarietà, domenica con inizio alle 15.30, con «ricchi premi per mamma e papà e dolci e giochi per i più piccoli».

Un pomeriggio all’insegna della solidarietà, insomma, e il ricavato della festa sarà utilizzato per il delicato intervento chirurgico alle zampine del gattino Bolle, che gli darebbe la possibilità di camminare. Per l’occasione si potrà inoltre visitare la struttura, accompagnati dall’educatore cinofilo, «pronto a rispondere ad ogni curiosità di grandi e piccini, e un goloso buffe preparato dai volontari».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui