Riciclaggio tra Puglia e Romagna, sequestro di beni per 50 milioni al “re del vino” ravennate – IL VIDEO

RAVENNA. La Dia di Bologna ha dato esecuzione, nelle province di Ravenna, Forlì e Brescia, a un provvedimento di sequestro, emesso dal gip Andrea Galanti nei confronti dell’imprenditore faentino Vincenzo Melandri, il “re del vino”, per oltre 50 milioni di euro. Il provvedimento scaturisce a seguito delle attività di indagine condotte dalla Dia e coordinate dal procuratore capo Alessandro Mancini e del sostituto procuratore Lucrezia Ciriello nell’ambito dell’operazione “Malavigna” che aveva portato, nel dicembre del 2017, all’arresto di sette esponenti di un sodalizio criminale specializzato nel riciclaggio di ingenti capitali di provenienza illecita e nelle frodi fiscali perpetrate mediante l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, con il coinvolgimento di pregiudicati contigui alla criminalità organizzata foggiana.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui