Ravenna, più telecamere e controlli ai Giardini Speyer

Mar 20 Novembre 2018 | Redazione Web


RAVENNA. Più telecamere e presidio territoriale potenziato e incontri con gli studenti sulle dipendenze. E' il doppio filone su cui si muove il progetto "Sicurezza integrata zona Giardini Speyer" del Comune di Ravenna, al quale la Regione riconosce un contributo di 58.000 euro su 163.000. Questo nuovo intervento, spiega il vicesindaco Eugenio Fusignani, si inserisce nella "complessiva strategia di massima attenzione alla zona ed è finalizzato a promuovere un insieme di azioni di prevenzione integrata". Ovvero l'implementazione del sistema di videosorveglianza, potenziamento del presidio territoriale e incontri con gli studenti dei due istituti scolastici presenti in zona, il liceo classico Dante Alighieri e l'istituto tecnico commerciale Ginanni per "promuovere la prevenzione di diverse forme di dipendenze, con particolare attenzione a quelle provocate dalle bevande alcoliche e dal gioco d'azzardo patologico" con il supporto di Cittattiva, dell'Associazione nazionale Carabinieri e dell'associazione di volontariato di Protezione Civile Rc Mistral. La Regione, aggiunge Fusignani, "ha riconosciuto la validità del progetto"; l'obiettivo, conclude, è "rendere sempre più vivibile una zona importante come quella dei giardini Speyer".

Condividi su Facebook    Condividi su WhatsApp

,

,

,

,

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *