Ravenna, il pirata della strada preso grazie a un testimone era ubriaco fradicio

Dom 18 Novembre 2018 | Redazione Web


RAVENNA. Era ubriaco fradicio quando, al volante di un’auto, ha urtato una signora in bicicletta buttandola a terra. Ma anziché fermarsi e prestare soccorso è ripartito, inseguito da un ragazzo che aveva assistito alla scena e che ha chiamato le forze dell’ordine. È anche grazie al senso civico di quest’ultimo se ieri mattina la vicenda si è conclusa con la denuncia di un 29enne per guida in stato di ebbrezza e omissione di soccorso.

Testimone oculare

I fatti si sono accaduti ieri mattina poco prima delle 8, in via Ravegnana. All’altezza del civico 36, poco prima dell’incrocio con via Mangagnina, la Mercedes classe A condotta dal 29enne in direzione del centro città ha urtato con lo specchietto la ciclista, una donna di 46 anni residente a Brisighella, che stava pedalando nella stessa direzione. Un urto che non dev’essere passato inosservato all’automobilista, considerato che uno degli specchietti del mezzo è andato in frantumi. Ma anziché fermarsi il conducente è ripartito.

A osservare la scena dalla strada c’era però un giovane, che si è dato all’inseguimento dell’auto chiamando nel frattempo le forze dell’ordine. L’auto pirata ha prima svoltato per via Castel San Pietro, poi per via San Mama e di nuovo in via Ravegnana, ripetendo il giro per circa tre volte prima di incrociare una pattuglia delle Volanti della polizia di Stato, che gli ha sbarrato la strada.

Alcol quattro volte sopra il limite

Sul posto è arrivata anche una squadra dell’ufficio Infortunistica della polizia municipale, che ha sottoposto il conducente all’alcoltest. Due ore dopo il fatto, il tasso alcolemico registrato dall’apparecchio in dotazione è salito da 1,81 a 1,84 grammi per litro di sangue, un livello ben superiore al limite massimo di 0,50 g/l previsti dalla legge.

Una volta terminati gli accertamenti relativi all’incidente, l’automobilista è pertanto stato portato al pronto soccorso per ulteriori analisi finalizzate a verificare l’eventuale assunzione di tracce di sostanze stupefacenti.

Soccorsa la ciclista

Per fortuna le lesioni riportate dalla donna non sono preoccupanti. Soccorsa dall’ambulanza, è stata portata all’ospedale di Ravenna con traumi di lieve entità.

Nessuna ulteriore sanzione per la Mercedes coinvolta nell’incidente, non essendo di proprietà del conducente ma di duna società terza. FED.S.

  

,

,

,

,

,

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *