Il mondo dell’arte conquista la Fiera di Forlì

Gio 14 Marzo 2019
Elisa Gianardi


FORLÌ. La Fiera di Forlì torna a scommettere su colori, tele, ceramiche e fotografie diventando, per un fine settimana, il crocevia di artisti, collezionisti, galleristi e appassionati di arte contemporanea. Da domani a domenica, infatti, va in scena la 17ª edizione di “Vernice art fair”: oltre 100 stand nei quali centinaia di artisti provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, insieme ad associazioni d’arte, presenteranno le proprie creazioni al pubblico in quella che si propone come la più grande mostra-mercato d’arte cittadina in via Punta di Ferro. «Questa kermesse – spiega Hazel Tedaldi, presidente di Romagna Fiere – nasce proprio per promuovere non solo chi ha alle spalle già una carriera consolidata, ma anche emergenti, nomi nuovi del panorama italiano ed estero ma capaci, ognuno con la propria sensibilità, di regalare emozioni in chi guarda. Siamo orgogliosi di aver quasi raggiunto, con questa edizione, il traguardo della “maggiore età”: vuol dire che abbiamo avvicinato il grande pubblico anche a un tema decisamente più “ostico” come l’arte contemporanea, offrendo uno spaccato sulle ultime tendenze e valorizzando il talento di artisti a prezzi di mercato ancora accessibili».

Gli eventi

Come sua tradizione, la fiera sarà corredata da numerosi eventi collaterali e mostre d’alto spessore culturale.

Nello spazio “Quattroxquattro”, curato dall’argentino Oscar Dominguez, si potranno ammirare le opere alcuni artisti che gravitano fuori dai circuiti ufficiali, in particolare Lea Contestabile, Marilena Benini, Pomelo e i sudamericani Stinkfish e Mazati. Atteso ritorno è anche quello di “Euro expo art”, che condurrà nei padiglioni forlivesi le creazioni di oltre 200 pittori da tutto il mondo. Ma questo è solo un assaggio delle tante proposte radunate nei padiglioni fieristici per tutto il week-end: si va dall’installazione “Gravity” di Ignazio Fresu alla mostra “All you can eat” curata dalla galleria Bonioni di Reggio Emilia che ironizza sulla società odierna dedita al consumismo più sfrenato. In più, domenica alle 16.30, l’attesa presentazione del libro “E se pinocchio fosse nato a Forlimpopoli” con 180 illustrazioni inedite di Mario Bertozzi corredate dai testi di Paolo Zanoli e Maurizio Maraldi.

“Vernice” non è solo una tre giorni consacrata al bello artistico, ma anche un grande concorso, “Coinè per l’arte”, al quale partecipano tutti gli artisti presenti in esposizione, che vivrà domenica il momento culmine della premiazione.

Tag:

,

,

,

comments icon ommenti
Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *