Tramonto DiVino, si fa festa in Romagna

Ven 27 Luglio 2018 | Redazione Web


Un brindisi lungo un’estate. Nove tappe, nove tramonti per assaggiare, insieme, i migliori vini della regione selezionati dall’Associazione italiana sommelier, i prodotti del paniere Dop e Igp regionale presentati da chi li fa, e gli scorci di alcune delle più belle piazze che collegheranno la riviera all’entroterra. “Tramonto DiVino” sarà un vero e proprio road show dei sapori, partito il 25 luglio dalla piazza Matteotti di Imola con la maxi degustazione dei 100 top wine romagnoli selezionati dall’Ais e raccontati nella guida “Emilia-Romagna da bere e da mangiare” che accompagnerà tutto il viaggio.

Prossima tappa a Cesenatico il 3 agosto (in piazza Spose dei Marinai) per l’anteprima nazionale della “Notte bianca del cibo italiano” con un lungo brindisi di mezzanotte che lancerà la tappa successiva a Forlimpopoli il 4 agosto (in piazza Garibaldi), dove in contemporanea nazionale con decine di altre località in Italia e nel mondo si festeggia l’appuntamento gastronomico pensato, nel giorno del suo 198° compleanno, in onore del padre della cucina italiana.

La lunga tavolata di “Tramonto DiVino” sbarcherà poi a Rimini in piazza Cavour sabato 25 agosto, per poi trasferirsi in Emilia (Ferrara il 29 agosto, quindi Zola Predosa il 13 settembre e il 15 settembre alla rocca di Fontanellato a Parma, il 22 settembre a Scortichino di Bondeno, il 28 settembre in piazza Cavalli a Piacenza).In Romagna saranno presenti fra le 40 e le 50 cantine romagnole in ogni tappa, per un totale di circa 200 etichette da provare.

Ogni località sarà poi caratterizzata da iniziative e ospiti particolari: a Cesenatico premio “Miglior spumante metodo classico” dell’Emilia-Romagna con degustazione di oltre 40 etichette; per la “Notte bianca del cibo italiano a Forlimpopoli” la performance delle Mariette artusiane impegnate in un pasta show scandito dal racconto delle ricette per bocca di un redivivo Pellegrino Artusi. Bollicine anche a Rimini con il banco d’assaggio monografico dei Lambruschi di Modena e Reggio Emilia e una sezione dedicata ai vini “cugini” della Repubblica di San Marino. Tutto il programma su www.emiliaromagnavini.it.

Condividi su Facebook    Condividi su WhatsApp

,

,

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *