La città manfreda protagonista, per quanto possibile, nello scenario musicale nazionale, grazie alle iniziative collegate al Mei e all’intraprendenza del suo patron Giordano Sangiorgi, attivo nel promuovere diversi soggetti e progetti. Si tratta di progetti soprattutto online, ma anche nel campo dell’editoria, come l’uscita in ristampa, lo scorso 20 gennaio, del libro “L’Osteria del Palco” firmato da Francesca Amodio con la prefazione di Omar Pedrini, per i tipi di Polaris di Faenza. Un volume che racconta «storie gastromusicali di musicisti on the road» ha detto ieri Sangiorgi nel rimarcarne il successo ottenuto già al primo giorno di vendite: «Alla Feltrinelli di Roma è andato esaurito». Il libro, già presentato in prima tiratura al Mei 2020, raccoglie 25 interviste che celebrano i 25 anni del Mei. «Sulla scia degli ideali di libertà e indipendenza – ha sottolineato il patron – nella musica così come nella vita, 25 musicisti hanno raccontato la loro idea di arte, di musica, di cibo e di viaggio attraverso racconti liberi e senza filtri, in cui la distanza fra persona e personaggio si riduce fino a scomparire in un buon calice di rosso». Un buon calice abbinato a ricette e degustazioni in osterie e ristoranti dove gli artisti hanno fatto tappa dopo i loro concerti. In sostanza una guida rapida per trovare note di gusto in cucina e sinfonie di sapori ai concerti.

“Rainbow free day”

Altra occasione di spettacolo, possibile fino al 30 gennaio, è il “Rainbow free day”, una sorta di festival (ideato dal Mei) della produzione artistica indipendente, con circa 500 adesioni fra i principali operatori italiani dello spettacolo e dell’arte. Il tutto sulla piattaforma www.rainbowfreeday.com e sui social collegati. In tale ambito sabato 23 gennaio Pioggia Noise Lab, la più giovane etichetta discografica faentina, presenta in esclusiva i propri artisti: Zero Paga, e il suo primo mixtape “Senza cuore”; Ale di Loto con l’Ep “Discorso intorno” e Giacomo Ambrosini, produttore e cantautore. Nel pomeriggio Red Ronnie presenterà lo storico negozio faentino Hi Fi Music Center di Lanfranco Lega.

Call “Voci per Patrick Zaki”

Infine, sta riscuotendo successo la call per “I musicisti per Dante” che si conclude il 31 gennaio come la call di Voci per Patrick Zaki realizzata con Amnesty International, mentre dal 1° febbraio con la tutor Francesca Monti del polo liceale Torricelli Ballardini riprenderà il percorso interrotto per il lockdown dell’Orchestra per Cantautori degli Studenti che, Covid permettendo, vedrà un’esibizione live finale per Pasqua.

Argomenti:

faenza

MEI

musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *