Misterioso liquido dallo scarico a Lavezzola, interviene Arpae

Una misteriosa sostanza liquida ristagnava nel fossato dopo essere fuoriuscita da un grande tubo di scarico: una scena un po’ inquietante che non poteva passare inosservata, nonostante si tratti di una zona non troppo frequentata, dietro al camposanto. È quello che ha visto nei giorni scorsi Sara, la proprietaria della rivendita di fiori del cimitero di Lavezzola, sulla via Bastia: nel canale a lei adiacente, il Bentivoglio, in diverse occasioni si è accorta di quell’anomalo sversamento, di un colore e una consistenza tutt’altro che rassicurante, che non aveva spiegazioni, almeno ufficialmente. In realtà la fioraia racconta di «averlo segnalato ai presunti responsabili, ma nessuno si è mai adoperato per controllare e sanare quello scolo». Tuttavia la settimana scorsa, un po’ esasperata per il ripresentarsi del fenomeno, ha deciso di avvertire i carabinieri che sono prontamente intervenuti allertando i tecnici di Arpae.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui