Milano Marittima, sfonda il finestrino per rubare, ma il proprietario lo blocca

Con una spranga di ferro ha mandato in frantumi il finestrino di un’auto parcheggiata sperando che all’interno ci fosse qualcosa di valore. Poi, sorpreso dal proprietario del veicolo, ha tentato ripetutamente di scappare, finendo per colpirlo con una testata al volto poco prima che i carabinieri arrivassero per arrestarlo. Dovrà rispondere di tentata rapina impropria Andrea De Innocente, 58enne romagnolo, ufficialmente domiciliato a Cervia. Lo hanno ammanettato domenica sera i carabinieri della Stazione di Milano Marittima, intervenuti intorno alle 21.30 nei pressi dell’incrocio tra viale Romagna e viale Ravenna.
Sorpreso il ladro rovistare tra i vestiti lasciati a bordo della vettura, il figlio del proprietario dell’ auto lo ha subito bloccato, neutralizzando i primi tentativi di fuga. Poi, all’arrivo dei militari, ha nuovamente rincorso il 58enne, venendo poi colpito al volto (per lui lesioni di lieve entità). Dopo aver immobilizzato il malvivente, i carabinieri hanno sequestrato una spranga in ferro da 75 centimetri, utilizzata per sfondare il finestrino dell’auto. Portato ieri mattina in tribunale a Ravenna, l’uomo – già noto alle forze dell’ordine per reati come furto, rapina, estorsione, resistenza e possesso di attrezzi da scasso, e tutelato dall’avvocato Piero Ippoliti Martini del foro di Rimini – è comparso davanti al giudice monocratico Cristiano Coiro, che ha convalidato l’arresto, così come chiesto dal vice procuratore onorario Annalisa Folli. È stato rilasciato con l’obbligo di firma tre volte a settimana, in attesa del processo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui