Mercatone Uno, si apre a vendita scorporata del negozio di Russi

RUSSI. Al tavolo del ministero a Roma i sindacati tornano a chiedere sostegno per i lavoratori del Mercatone, in questa difficile fase susseguita al secondo fallimento in tre anni e di una crisi che dal 2012 in qua li ha visti barcamenarsi fra casse integrazioni e contratti di solidarietà.

Ma se registrano “ben poca attività da parte del Mise” su quello che può essere l’aiuto ai 1.800 addetti (45 nel punto vendita russiano) potrebbero profilarsi novità per il punto vendita di Borgo Testi Rasponi.

La vendita scorporata

Se la sindaca di Russi, Valentina Palli, aveva infatti sottolineato una «difficoltà nella vendita del pacchetto integrale dei beni del gruppo» e pur comprendendo «l’opportunità di tentare un’asta su tutti i beni dell’ex Mercatone, per salvare il comparto amministrativo di Imola», segnalava in maniera piuttosto diretta come fosse «necessario pensare anche alla possibilità di una vendita scorporata dei punti vendita: quello di Russi ha un’appetibilità propria, e per il suo spacchettamento mi attiverei a livello politico se non venisse preso in considerazione».

La proposta dei commissari, in realtà, prenderebbe in esame la proposta della Palli già in prima istanza. Ai sindacati, infatti, Giuseppe Farchione, Luca Gratteri e Antonio Cattaneo hanno riferito che costruiranno un bando in cui soggetti imprenditoriali potranno consegnare offerte per l’intero patrimonio di Mercatone Uno prima e Shernon dopo, o anche manifestazioni di interesse per una parte o singoli punti vendita. Il bando scade il 31 ottobre ed il 16 di settembre ci sarà un nuovo incontro al ministero.

Incontro con i lavoratori

«Nonostante i proclami iniziali, troviamo il Mise abbastanza assente ora che si è sgonfiato il clamore mediatico – commenta Daniele Casadio, della segreteria della Filcams Cgil –. Ieri lo abbiamo sottolineato anche ai lavoratori russiani, che abbiamo incontrato in assemblea. Per noi rimane fondamentale trovare una soluzione entro il 31 dicembre, data in cui scadranno gli insufficienti ammortizzatori sociali messi in campo sinora. Certamente la possibilità di scorporo anche di singoli punti vendita può rappresentare una possibilità in più per Russi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui