Longiano, consiglio al mattino e riunioni di sera: polemiche

Per la prima volta il consiglio comunale si svolgerà di prima mattina. Ieri ai consiglieri di minoranza è stata recapitata la convocazione ufficiale per mercoledì 23 novembre alle 8,30. Questo perché si cerca di risparmiare sul costo delle bollette. La giunta comunale nei giorni scorsi ha deliberato che le sedute del consiglio comunale saranno svolte negli orari di apertura degli uffici comunali.

«È una decisione che poteva essere anche condivisa con la minoranza – obietta il capogruppo di opposizione Matteo Venturi – senza doverlo sapere all’ultimo e dovendo organizzarsi sul lavoro. Poi è un modo di fare per evitare che il pubblico sia presente, visto che alle 8,30 la gente lavora o si occupa di altre faccende e non può venire in municipio come invece faceva la sera. Peccato poi che, passando in borgo poco dopo cena, due sere fa, ho notato luci del municipio accese, la porta del Comune aperta ed esponenti della maggioranza entrare per una loro riunione. Quindi si utilizzano due pesi e due misure: si risparmia se è un’assemblea aperta al pubblico, non si guarda tanto per il sottile se è qualcosa che interessa solo la maggioranza che utilizza il municipio a piacimento. Ancora più grave aver appreso che alla riunione serale indetta dal sindaco, e illuminata, erano presenti anche loro simpatizzanti e non solo consiglieri eletti».

«Questa modalità di consiglio comunale da farsi di giorno si è resa necessaria – sottolinea il sindaco Mauro Graziano – in quanto come Comune abbiamo adottato delle regole precise per il risparmio energetico che contemplano che i consigli comunali vadano fatti negli orari diurni e concomitanti al funzionamento degli uffici. Visto che nella serata invece si parlava di bilancio da approvare è giustamente voluto partecipare anche il nostro Righini, contabile e responsabile di tale funzione. È la sua la luce che la minoranza indica come accesa di notte, ma forse lo è stato per veramente poco. Per il resto la riunione si è svolta nel mio ufficio, senza riscaldamento, in quanto l’impianto centralizzato è temporizzato sugli orari diurni. Abbiamo dovuto farla alla sera visto che sul bilancio coinvolgiamo anche alcuni simpatizzanti della maggioranza o gente della società civile che non potrebbero godere di permessi come invece hanno tutti i consiglieri comunali. I consiglieri eletti hanno diritto a permessi stabiliti dalla legge e quindi non vedo il motivo di questa ennesima lamentela».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui