L'E45 riapre al traffico pesante fino a 30 tonnellate

Mer 10 Luglio 2019 | Redazione Web


L'E45 riapre al traffico pesante fino a 30 tonnellate

Mon 22 July 2019 | Redazione Web

CESENA. L'E45 riapre al traffico pesante fino a 30 tonnellate, nel tratto a cavallo tra Emilia-Romagna e Toscana chiuso dopo il sequestro del viadotto Puleto. Come spiega infatti il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini, il procuratore del tribunale di Arezzo, Roberto Rossi, ha concesso ad Anas la relativa autorizzazione. Dopo lo sblocco dei lavori dei giorni scorsi, aggiunge il primo cittadino, arriva dunque "la riapertura ufficiale della E45 al traffico ai mezzi pesanti fino a 30 tonnellate, su due corsie con il limite di velocita a 50 chilometri orari". Per quanto riguarda le opere ed il cantiere per la messa in sicurezza del ponte Puleto, prosegue Baccini, Anas dovrà continuare i lavori, con la sostituzione dei baggioli e dei guard-rail al fine di garantire la percorribilità della tratta a tutti i mezzi pesanti. Per la definitiva conclusione di tali opere, i tecnici hanno stimato una tempistica di circa due settimane.


L'obiettivo, sottolinea il sindaco di Bagno di Romagna, è giungere "a breve termine" alla riapertura a tutti i mezzi, anche a quelli sino a 44 tonnellate. Sono trascorsi, ricorda, "ben 175 giorni dal sequestro del ponte Puleto e questa notizia non può cancellare le problematiche create e i danni causati dalla chiusura della E45 e dall'eccessivo tempo impiegato per avvicinarsi a una soluzione definitiva". Infatti, precisa Baccini, rimangono "alcuni nodi da risolvere e per i quali scriverò nuovamente ai nostri ministri". In primo luogo, la necessità di "un'azione concreta e immediata per sbloccare l'avvio del cantiere di ripristino della vecchia 3bis Tiberina". Altro "punto centrale" è rappresentato dalla viabilità alternativa, "che esce disastrata da questi mesi di deviazione del traffico e per la quale chiediamo al governo di stanziare adeguate risorse. "Risorse - suggerisce - che potrebbe chiedere anche ad Autostrade per l'Italia".
Per aziende e lavoratori sono in corso di definizione i criteri di riparto dei 10 milioni di euro messi a disposizione dall'esecutivo nazionale in un tavolo operativo regionale presieduto dall'assessore Palma Costi. "Nei prossimi giorni inizieremo a liquidare le risorse messe a disposizione dalla Regione per complessivi 500.000 euro, che andranno a favore di 75 aziende del territorio e a otto lavoratori dipendenti".

Condividi su Facebook    Condividi su WhatsApp

,

,

,

,

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *