La BCC cresce e rinnova il consiglio di amministrazione

Via libera al bilancio e rinnovo del consiglio di amministrazione per la BCC ravennate, forlivese e imolese. All’assemblea che si è tenuta nei giorni scorsi erano presenti quasi 2.400 soci, portatori anche di oltre 3.100 deleghe, per un totale complessivo di oltre 5.500 partecipanti al voto. Il presidente Secondo Ricci ha evidenziato i risultati positivi conseguiti: “L’esito del bilancio è molto positivo e testimonia la risposta dei soci e dei clienti al nostro lavoro di riorganizzazione della BCC dopo la fusione realizzata nel 2017. Sappiamo di essere una BCC virtuosa fra le prime 5 in Italia, e vogliamo continuare con questo spirito, convinti di difendere un patrimonio unico per il nostro territorio”. L’attività della BCC nel corso del 2018 e anche in questi primi mesi del 2019, si è concentrata sul sostegno all’economia, mediante l’erogazione di finanziamenti alle imprese e alle famiglie, a conferma di una significativa presenza sul territorio, come banca locale al servizio della comunità. L’esercizio 2018 si è chiuso con un segno positivo: l’utile conseguito è pari a 15 milioni di euro, in aumento del 65% rispetto al 2017 (9 milioni di euro); i fondi propri ammontano a oltre 342 milioni di euro, il prodotto bancario lordo (somma della raccolta e degli impeghi) supera i 7,2 miliardi di euro; il Total Capital Ratio, indice che esprime la solidità della Banca, è pari al 15,75%, valore abbondantemente superiore a quello richiesto dalla normativa.

Il direttore Generale Gianluca Ceroni, nel corso dell’assemblea, ha evidenziato che tutti gli indicatori della banca (la raccolta totale e il valore degli impieghi) si sono confermati nei loro valori positivi. Grazie ai risultati conseguiti, inoltre, nel corso del 2019 verranno destinati a favore del territorio per attività sociali, sportive, culturali, sanitarie, complessivamente 1 milione e seicentomila euro, in crescita rispetto al 2018. L’assemblea ha, inoltre, eletto il consiglio di amministrazione ed il collegio sindacale per il triennio 2019-2021. Sono stati eletti amministratori: Emanuela Bacchilega, Giuseppe Benini, Antonio Buzzi, Paolo Caroli,
Nicolina Anna Maria Cirelli, Giuliana Cortini, Andrea Ferrini, Giuseppe Gambi, Gianni Lombardi, Paolo Mongardi, Riccardo Walter Morfino, Secondo Ricci e Tiziano Samorè. “Essi rappresentano le attività dei Soci e i territori in cui opera la BCC – spiega l’istituto di credito in una nota -; è stato perseguito il ricambio generazionale, delle competenze e delle esperienze dei componenti, ed inoltre vi è una significativa presenza femminile con tre amministratori, un sindaco effettivo e un sindaco supplente”. Il consiglio di amministrazione ha poi confermato Secondo Ricci presidente della banca, Gianni Lombardi vicepresidente vicario e Giuseppe Gambi vicepresidente. Compongono il collegio sindacale Berti Damiano, Ricci Silva e Baccarini Nicola Maria. E’ stato, inoltre, comunicato ai soci l’avvio dell’operatività del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, a cui La BCC aderisce. Nel nuovo Consiglio di Iccrea è presente il vicepresidente Giuseppe Gambi, in rappresentanza della BCC e della quota azionaria delle BCC dell’Emilia-Romagna.

In apertura di assemblea, inoltre, sono state assegnati i premi e le borse di studio riservate ai soci, figli dei soci e giovani residenti nel territorio, erogate in collaborazione con la Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, la Fondazione Multifor e il CRAL aziendale, per un totale di oltre 90.000 euro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui