Jova beach party a Rimini, al via le grandi manovre

Dom 7 Luglio 2019 | Redazione Web


Jova beach party a Rimini, al via le grandi manovre

Sat 20 July 2019 | Redazione Web

RIMINI. Le grandi manovre sono partite: sulla spiaggia libera di Rimini Terme è stato costruito un maxi palco che dovrà ospitare la seconda tappa, quella riminese, del Jova beach party, in programma il prossimo mercoledì. Decine di persone sono al lavoro sull’arenile di Miramare per creare il villaggio itinerante che prevede 17 concerti in tutta Italia fino al 31 agosto, il primo dei quali si è già svolto ieri a Lignano. Anche quello di Rimini, tra qualche giorno, vedrà migliaia di partecipanti in festa - i biglietti sono esauriti - sin dal pomeriggio. Partenza alle 14, fino a notte sulle note di otto artisti che si alterneranno: Ackeejuice rockers, Dj Ralf, Duo bucolico, Jupiter e Okwess, Magicaboola brass band, Orchestra grande evento, Orkesta mendoza, The liberation project. A sera spazio al piatto forte dell’evento, Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, che partirà con il suo show attorno alle 20.30 per andare avanti fino a mezzanotte.


Finale graduale e parcheggi
Per permettere il regolare svolgimento di questa manifestazione, nei giorni scorsi si sono svolti diversi incontri in prefettura per mettere in atto vari accorgimenti ed evitare un intasamento, in particolare all’inizio e alla fine dell’evento. In particolare, al termine del concerto di Jovanotti, che si esibirà anche in console e con la sua band, la festa non finirà subito ma andrà a “scemare” con eventi collaterali, per permettere così un graduale deflusso delle persone verso i parcheggi che saranno posizionati in diverse aree, entro i due chilometri dal villaggio sulla spiaggia libera.
Ambiente, la polemica
Intanto non si placano le polemiche per quanto riguarda il possibile impatto ambientale che potrebbe avere il Jova beach party sulle spiagge, compresa quella di Rimini, dove l’associazione Italia nostra ha denunciato il possibile danno in un’area protetta dove nidificano gli uccelli fratini. Le deputate del Movimento 5 stelle Patrizia Terzoni e Ilaria Fontana hanno presentato una interrogazione al ministero dell’Ambiente. Maurizio Salvadori, ad di Trident Music e produttore del Jova beach party, replica.

«Da oltre sei mesi la nostra società che opera con il Wwf lavora per ottenere le autorizzazioni, che sono state rilasciate dopo la presentazione di specifici studi di incidenza ambientale e valutazioni delle commissioni regionali a ciò specificamente preposte».

Condividi su Facebook    Condividi su WhatsApp

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *