Imola, un milione di euro per il restyling della cattedrale

Un intervento di restauro conservativo e di messa in sicurezza di alcune parti della cattedrale di San Cassiano. In questo 750° anno della dedicazione della chiesa, la struttura di culto più importante e imponente della diocesi imolese finisce così sotto i ferri. Si tratta di un cantiere che ingabbierà in un intreccio di impalcature la parte della navata minore sinistra, a nord, la cripta e la facciata. Interventi onerosi che avranno bisogno di una copertura finanziaria di circa un milione di euro. Il nuovo restyling architettonico sarà pronto e finito entro la primavera inoltrata del 2022.

Questi interventi di messa in sicurezza, di restauro e di rinnovamento architettonico arrivano dopo quelli che si tennero nel biennio 1998-2000. A seguito del ripristino della navata centrale, della messa in funzione dell’allontanamento dei volatili e l’ammodernamento del riscaldamento interno, oggi si lavora su altre tre zone distinte della struttura ecclesiastica. Tra le più importanti c’è sicuramente quella prevista nell’ala superiore della copertura della navata a nord, quella posta all’ombra del campanile. Qui si interverrà, con il progetto curato dallo studio di architettura Bettini, con la sostituzione della copertura in laterizio e la messa in sicurezza della parte interna del tetto compromessa dalle intemperie succedutesi nel corso degli anni.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui